Ven16112018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home ARCHIVIO FIMMG NAZIONALE DEF: Scotti (Fimmg) con nuove misure possibili 90 mila nuovi posti di lavoro

DEF: Scotti (Fimmg) con nuove misure possibili 90 mila nuovi posti di lavoro

 medicofamiglia thumb other250 250I medici di famiglia italiani cercano nuove strade per «contribuire al rilancio della professione, dare risposte ai nostri assistiti e aiutare ad abbattere le liste d'attesa e il sovraffollamento dei pronto soccorso. Ma anche a creare nuovi posti di lavoro: siamo 45 mila medici e, se avessimo in Finanziaria gli strumenti giusti, potremmo creare almeno 90 mila nuovi posti di lavoro assumendo uno o due collaboratori». Così Silvestro Scotti, segretario nazionale della Fimmg, la Federazione nazionale dei medici di medicina generale, spiega all'Adnkronos Salute l'approccio che la Fimmg sta seguendo con il nuovo Governo. Atteggiamento «che non può essere solo guidato dalla dinamica del ministero della Salute, ma abbiamo l'esigenza - sottolinea Scotti - considerandoci una piccola 'impresà all'interno del Ssn, di avere delle risposte dalla Finanziaria e quindi dai ministeri dell'Economia e del Lavoro. Più personale e più attrezzature possono aiutare a ridurre la spesa del Fondo sanitario e recuperare investimenti». Sono giorni di incontri e discussioni per Scotti nei palazzi della politica romana. Interlocutori, appunto, i dicasteri della Salute, del Lavoro e il Mef. «Noi chiederemo al ministero della Salute - conclude Scotti - di farsi garante anche di una possibilità di colloquio con il ministro del Lavoro e dell'Economia».