Mar17102017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Dalle province DCA FARMACI: Fimmg richiesto alla Regione di ripistinare lo "status" ante, illegale la posta elettronica per i piani regionali

DCA FARMACI: Fimmg richiesto alla Regione di ripistinare lo "status" ante, illegale la posta elettronica per i piani regionali

 farmaci-on-line(Lettera del Segretario Regionale Maria Corongiu)
Carissimi tutti:
Di recente la Regione ha emanato un decreto per il contenimento della spesa farmaceutica
(Leggi QUI)

Nè la FIMMG né altre sigle hanno condiviso il DCA U00245 del 28 giugno 2017 dove si prevede che i Medici di medicina generale debbano compilare una scheda regionale, simile al Piano Terapeutico, per tre farmaci, associazione olmersartan-amlopidiina, rosuvastatina e colecalciferolo.

Con grande sorpresa invece di momenti collaborativi e costruttivi, comuni a tutti i Medici della filiera diagnostica-prescrittiva per un uso corretto e appropriato del farmaco tenendo conto in primis della maggior tutela del paziente, perviene, un DCA che ci chiama in causa senza condivisione, dimenticando la nostra precipua figura di Medici convenzionati, liberi professionisti. In un momento in cui il nostro lavoro è particolarmente provato da sistemi organizzativi che meritavano di essere sperimentati prima della lor applicazione nei dettagli vedi ricetta specialistica dematerializzata,

Oltre la compilazione di tali schede, del tutto ridondante per il MMG, già strettamente limitato nella prescrizione da perimetri normativi e assolutamente tenuto all'osservanza delle note AIFA, si richiede anche un invio della scheda per e-mail al servizio farmaceutico aziendale, metodica vietata dal garante per la Privacy il quale norma nello specifico l'invio di messaggi contenenti dati sanitari di un paziente a terzi e che richiede vari passaggi ovvero che la persona sia prima informata e che il Medico debba avere avuto il suo consenso, prima di poter usare almeno una posta sicurizzata.

Ciò significa tenere impegnata l'attività' professionale con numerosi atti "burocratisaurici" che incrinano anche la relazione Medico-Paziente.

Pertanto la FIMMG ha chiesto alla Direzione Regionale di voler ripristinare lo status ante.

Inutile specificare che pur consigliando la lettura del Decreto per cultura generale,
(è interessante per esempio la lettura sulla vit D, per la quale effettivamente non ci sono molte prove scientifiche a favore e di cui si potrebbe raccogliere l'invito a prescrivere la formulazione in gocce piuttosto che le fiale)

invito a soprassedere sulle schede regionali in attesa delle modifiche richieste.

Consiglio invece sempre di attenerci alle note AIFA e di leggere questo documento sull'olmersartan. (LEGGI QUI)

Maria Corongiu
Segretario Regionale FIMMG Lazio

IL TESTO DELLA LETTERA INVIATA ALLA REGIONE DOVE SI CHIEDE IL RIPRISTINO DELLO "STATUS ANTE"