Mar11122018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Dalle province INFLUENZA : Bartoletti (Fimmg) in caso di malattia restate al caldo in casa

INFLUENZA : Bartoletti (Fimmg) in caso di malattia restate al caldo in casa

 influenza1(Corriere della Sera) Cla. Sa. a p agina 3 Evitare l'influenza si può. Anche con piccoli accorgimenti. «Vestirsi a cipolla, cioè a strati, specie negli ambienti di lavoro o se si sta al chiuso. Adattare il proprio abbigliamento ai luoghi in cui si sta: ad esempio togliere i giubbotti quando si sale in
machina e si accende l'aria calda, o quando si entre in negozi e centri commerciali. Evitare i posti troppo affollati. Ma soprattutto disinfettare le mani con i dispenser o lavarle sempre appena si rientra a casa. È una buona regola in generale, ma in queste occasioni costituisce l'accortezza più importante». Sono questi i consigli di Pier Luigi Bartoletti, segretario regionale della Federazione dei medici di famiglia ( Fimmg). Se poi l'influenza dovesse trovare terreno fertile e arrivare comunque, quali saranno i sintomi? «Mal testa, dolore alle ossa, forte senso di stanchezza e spossatezza, febbre alta. Verranno interessate un po' tutte le mucose, quindi a livello respiratorio e anche gastrointestinale». Di fronte a questi sintomi che cosa bisogna fare? «Stare a casa in un ambiente caldo e protetto. È importante anche evitare di uscire di casa e andare al lavoro per arginare la diffusione del virus. Poi se ci si ricordasse di mettere la mano davanti al naso e alla bocca quando si starnutisce e si tossisce, sarebbe molto utile». Quanto è importante idratarsi? «È importantissimo: bisogna bere molta acqua perché la disidratazione è un pericolo reale». Che cosa consiglia di mangiare? «Dobbiamo cercare di consumare cibi e bevande nutrienti e digeribili: meglio cibi ricchi di vitamine, soprattutto C ed E, e minerali (ferro e zinco). Non devono ovviamente mancare la frutta, soprattutto arance, kiwi e mandarini, e la verdura (in particolare cavoli e broccoli). Molto nutrienti anche zuppe calde a base di legumi e cereali». E quali sono le medi.cine più utili? «Innanzitutto niente antibiotici. Bisogna prendere solo degli antipiretici per abbassare la temperatura se supera i 38 gradi e mezzo». Gli esperti dicono che quest'anno il virus porterà febbre molto alta. «È vero: per questo bisogna evitare di coprirsi troppo e, se la febbre non scende con i farmaci, fare dei bendaggi con l'alcol sui polsi e sulla nuca».