Sab20012018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Dalle province ELEZIONI ORDINE : Finito lo spoglio del Consiglio dell'Ordine dei Medici. Netta affermazione della lista medici uniti. Hanno vinto i medici, tutti. (Di Pier Luigi Bartoletti)

ELEZIONI ORDINE : Finito lo spoglio del Consiglio dell'Ordine dei Medici. Netta affermazione della lista medici uniti. Hanno vinto i medici, tutti. (Di Pier Luigi Bartoletti)

 bartoletti22 thumb250 250Grazie a tutti i colleghe e le colleghe che hanno partecipato al rinnovo delle cariche del consiglio provinciale dell' Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Roma. La Fimmg Roma ha dimostrato, semmai ce ne fosse bisogno, di percepire l'importanza del rinnovo delle cariche di un organismo istituzionale che rappresenta la tutela della nostra professione al servizio dei cittadini. Autonomia professionale, orgoglio di essere medici, di aver scelto una professione che si dedica alle persone che soffrono, ai malati, sono da sempre una connotazione della medicina generale. Cambiare, innovare il sistema, proporsi come protagonisti nella proposizione di una professione medica al passo con i tempi, che sappia raccogliere le sfide che la nostra società in rapida evoluzione obbliga ad affrontare, con autorevolezza, pacatezza e professionalità, premiando e promuovendo la competenza, piuttosto che l'appartenenza, sono i temi che dovremo affrontare, insieme, già nei prossimi giorni. Sono impegni chiari, che cercherò, con gli altri consiglieri, di portare avanti insieme a tutti voi. Nelle borgate romane, nei piccoli paesi dell'area metropolitana, il medico di famiglia da sempre è un sensore sociale, da sempre è la porta di accesso ai servizi sanitari pubblici, spesso con troppe difficoltà e con poco dialogo con i colleghi dell' Ospedale, bisogna superare questa barriera che si è formata negli ultimi 20 anni, dando enfasi al rapporto di collaborazione piuttosto che alle differenze in relazione all'ambito dove si lavora. Dividere la categoria medica in comparti, in appartenenze, in relazione al contratto di lavoro od allo svolgimento della libera professione è un errore, soprattutto perché non si migliora cosi' il servizio al cittadino, il dialogo inter istituzionale, ma si frammenta il sistema di cure, e non si puo' proporre un modello di medicina meno tecnologica e piu' umana.
Spesso diciamo che la colpa è della politica, o della burocrazia, ma non si puo' semplicemente liquidare la crisi della professione medica attribuendo le colpe ad altri, bisogna anche assumersi le proprie responsabilità, in azioni od omissioni, che hanno determinato una perdita di fiducia e di immagine del "camice bianco".
Lavorero' e lavoreremo in questa direzioni, consapevoli delle difficoltà e della estrema complessità del ruolo. Ma, siamo a Roma, dove ci sono fior di professionisti che chiameremo a collaborare nell'interesse di tutti, cittadini, professionisti medici e professionisti della sanità.
Grazie ancora, Vi abbraccio Tutti e Tutte
Pier Luigi Bartoletti