Lun17122018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home Evidenza ESAME DI STATO : per i medici e chirurghi il Consiglio di Stato propone modifiche alla bozza di decreto del MIUR

ESAME DI STATO : per i medici e chirurghi il Consiglio di Stato propone modifiche alla bozza di decreto del MIUR

 mediciospedale2 thumb250 250Si avvicina sempre di più la riforma dell'Esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di medico-chirurgo. L'obiettivo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca è di introdurre una procedura semplificata rendendo maggiormente selettiva la prova d'esame anticipando pero' il tirocinio trimestrale a prima del conseguimento della laurea i giudici pero' hanno comunque proposto delle modifiche, proponendo al Ministero di riconsiderare l'idea di anticipare il tirocinio trimestrale.
Tra le novita' l'esame che non dovrà più essere suddiviso in due parti, bensì in una sola con test a risposta multipla che verranno elaborati da un sistema centrale. I quiz si baseranno su temi che ogni anno saranno selezionati dalla Conferenza dei Presidenti dei corsi di laurea in medicina e chirurgia. mandando in "soffitta" quindi l'attuale archivio dal quale vengono selezionate le domande rendendo maggiormente selettivo l'Esame di Stato,
il tirocinio trimestrale obbligatorio per prendere parte all'esame di Stato dovrà essere seguito e superato prima della laurea, quindi durante il corso di studi le sessioni d'esame non saranno portate a tre nell'arco dell'anno.
I tecnici del Consiglio hanno chiesto al Ministero di riconsiderare l'ipotesi di spostare il tirocinio trimestrale, parte integrante dell'Esame di Stato che con lo spostamento della pratica a prima della laurea si trasformerebbe alla stregua di un pre-requisito di ammissione alla prova finale, vista la "peculiarità della professione medica" e quindi sarebbe più logico che il medico svolga il tirocinio dopo aver ultimato il corso di studi e non prima; in caso contrario si rischia una sovrapposizione con la normale attività teorico-pratica degli studenti facendo diventare l'Esame di Stato prettamente teorico, tralasciando tutta la parte pratica fondamentale ai fini dell'esercizio professionale
Il parere della Consulta non è però vincolante quindi adesso spetterà al MIUR decidere se accogliere le proposte di modifica oppure far approvare il decreto così com'è.

IL TESTO DEL CONSIGLIO