Lun24092018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Farmaci FARMACI: Amazon entra nel settore della distribuzione dei medicinali e getta nel panico le grandi catene americane di farmacie.

FARMACI: Amazon entra nel settore della distribuzione dei medicinali e getta nel panico le grandi catene americane di farmacie.

 amaz thumb large300 300(Business insider) E' bastato ieri l'annuncio dell'acquisizione di una piccola e sconosciuta società di Boston, PillPack, che opera come farmacia digitale, a fare cadere a Wall Street i colossi del settore Cvs Health e Walgreen Boot Alliance. Le azioni delle due società hanno chiuso in ribasso rispettivamente del 6,1% e del 9,9% mandando in fumo circa 10 miliardi di dollari di capitalizzazione. Il tutto perché Amazon ha comprato una startup nata nel 2013 per una cifra che dovrebbe aggirarsi attorno a 1 miliardo di dollari.
Il fatto è che PillPack ha messo a punto un metodo di distribuzione che semplifica alla grande la vita di chi deve assumere ogni giorno cinque o più farmaci. Infatti, semplicemente usando l'app, il cliente ottiene ogni mese la consegna a domicilio di un quantitativo di medicine pre-dosate, impacchettate ed etichettate. Senza PillPack queste persone in genere devono andare in farmacia tre o quattro volte al mese. Con l'app i clienti hanno un promemoria dei farmaci che stanno prendendo e sulla chat possono ottenere consigli da un farmacista in qualsiasi momento. Inoltre PillPack ha sviluppato un software che ha automatizzato tutta una serie di procedure e controlli che in genere portano via molto tempo ai farmacisti, comprese le verifiche riguardanti le assicurazioni e i pagamenti dei clienti.
E' evidente che un sistema del genere, rielaborato dagli ingegneri di Jeff Bezos per portarlo su grande scala, è in grado di portare forti sconvolgimenti nel settore dei farmaci venduti con ricetta, un mercato che negli Usa nel 2016 è stato di 328 miliardi di dollari.
E' un mercato dominato da due grandi attori. L'anno scorso Cvs Health ha realizzato un fatturato di 59,5 miliardi di dollari con i farmaci da ricette su un fatturato complessivo di 184 miliardi. La rivale Walgreen Boot Alliance ha incassato 57,8 miliardi con vendite da ricette su ricavi totali pari a 118 miliardi. Per quanto si tratti di due colossi dell'economia americana, la sensazione è che per loro le cose sono destinate a cambiare radicalmente dopo l'ingresso di Amazon nel loro settore
Oggi Cvs capitalizza 71 miliardi e impiega 246mila dipendenti, Walgreen Boot Alliance, controllata e gestita dall'italiano Stefano Pessina (Ceo del gruppo), conta 345mila dipendenti e a Wall Street capitalizza 66 miliardi di dollari.
Ieri Pessina ha gettato acqua sul fuoco e in un incontro con gli analisti finanziari ha detto che l'attività delle farmacie è molto più complessa della semplice distribuzione dei farmaci e che le persone avranno sempre bisogno delle farmacie tradizionali dove possono ottenere un servizio completo.
Ma proprio qui sta il cuore della novità. Amazon ha scelto di comprare una società che, per quanto piccola, nasce da uno studio accurato di come funziona il business delle farmacie. TJ Parker, uno dei due fondatori di PillPack, è figlio di un farmacista e ha lavorato per tutta la sua vita in farmacia. Partecipando a un hackathon al Mit di Boston ha conosciuto l'esperto di informatica Elliot Cohen e insieme hanno dato vita nel 2013 a PillPack, una startup che ha convinto molti investitori, tanto che in cinque anni ha raccolto 118 milioni di dollari in diversi round di finanziamento. L'anno scorso PillPack era stata valutata 360 milioni.
TJ Parker resterà a lavorare con Bezos, con il quale condivide l'idea che nel sistema sanitario americano ci siano sprechi e malfunzionamenti enormi. Su questo tema il capo di Amazon ha già avviato un'altra importante iniziativa, in cui ha trovato come alleati il finanziere Warren Buffett e il banchiere Jamie Dimon, Ceo di JP Morgan. Insieme hanno fondato una nuova società che sta studiando come intervenire sul sistema dei servizi sanitario che le aziende offrono ai dipendenti, convinti che ci siano grandi sprechi e di conseguenza grandi possibilità di ottenere miglioramenti dei servizi, con benefici per tutti: aziende sanitarie e lavoratori.