Ven16112018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Farmaci TUMORI: Sviluppate due terapie cellulari anticancro approvate dall'EMA

TUMORI: Sviluppate due terapie cellulari anticancro approvate dall'EMA

 Tumori thumb other250 250Via libera dall'European Medicine Agency) per due terapie basate sulla tecnica Car -T (Chimeric antigen receptor- T): axicabtagene ciloleucel, di Gilead, e tisagenlecleucel, di Novartis. Il trattamento è stato approvato per la prima agli adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B e con linfoma primitivo del mediastino a grandi cellule B, recidivanti o refrattari e per la leucemia linfoblastica acuta a cellule B in pazienti pediatrici e fino ai 25 anni per la seconda nel linfoma diffuso a grandi cellule B negli adulti. Il sistema è una terapia che modifica i "linfociti t" del paziente e li arma per combattere le suddette neoplasie. "La loro procedura è abbastanza complessa" spiega Luca Castagna, responsabile della sezione Terapie cellulari ed Ematologia del centro ospedaliero Humanitas di Rozzano (Milano), "Una volta prelevati i linfociti t dal paziente, questi vengono modificati geneticamente, in vitro, inserendo un recettore specifico che è in grado di attaccare un antigene specifico del tumore. Normalmente le risposte immunitarie sono dovute proprio ai linfociti t che reagiscono contro una cellula tumorale o un microrganismo, ma devono riconoscerlo attraverso vari passaggi complessi. II sistema Car-t aiuta appunto su questo piano, eliminando qualsiasi intermediario e andando ad agire direttamente contro la cellula tumorale, in modo alquanto, anche se non del tutto, specifico». «Tuttavia sviluppando questa tecnologia nel prossimo futuro si può pensare anche di estendere la validità del trattamento ad altri tipi di cancro".