Ven14122018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Farmaci VACCINI: Farmindustria "Se fossimo cinici vorremmo un'Italia no vax"

VACCINI: Farmindustria "Se fossimo cinici vorremmo un'Italia no vax"

 farmindustria 17 thumb250 250"Per ogni singolo euro guadagnato in meno per vaccini non fatti, le aziende guadagnerebbero 16 o 17 euro per i farmaci necessari per curare malati" Così il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi a Lecce intervenuto al convegno delle Giornate del lavoro della Cgil, rispondendo alla accuse dei no vax nella diatriba dei vaccini. "Qualcuno dice dice che le aziende farmaceutiche sono ciniche, Se così fosse allora vorrebbero una Italia no vax", Le aziende farmaceutiche vogliono "democrazia e diritto alla buona salute per tutti e ovunque nel Paese. Di questo abbiamo bisogno. La buona salute è un diritto con molti significati. La ricerca e l'innovazione sono 'buona salute'. Così come lo sono la sostenibilità del sistema, la crescita economica e la possibilità di offrire lavoro di qualità." Ha ribadito scaccabarozzi " Grazie anche alla ricerca farmaceutica abbiamo guadagnato, dagli anni Cinquanta, tre mesi in più ogni anno. Con costi dei farmaci per il servizio sanitario nazionale inferiori alle media europea."