Lun25062018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

GB: Medici di Famiglia propongono una tassa sugli appuntamenti non necessari

lomdon33 thumb other250 250Roma, (AdnKronos Salute) - Studi e ambulatori dei medici di famiglia inglesi sempre affollati e spesso da persone che non necessitano dell'intervento di un dottore. Così i medici di medicina generale hanno proposto una tassa di 5 sterline per scoraggiare la popolazione a recarsi nello studio o a prenotare un appuntamento inappropriato dal medico, optando invece per la farmacia. L'iniziativa dovrebbe essere votata oggi dalla British Medical Association (Bma). Secondo i rappresentati dei camici bianchi di famiglia, l'obiettivo è far riflettere i pazienti sul reale bisogno del medico, suggerendo che la loro richiesta può essere soddisfatta anche da una farmacia. Inoltre, si potrebbe liberare il dottore dalle visite inutili e aumentare il tempo da dedicare a chi ha davvero bisogno di un consulto. «Ai tempi dei nostri nonni andavi dal dottore solo se eri veramente malato. Oggi vai dal medico per problemi molto semplici», spiega sul 'Daily Mail' Mike Foster del Gloucestershire Local Medical Committee, che rappresenta 600 medici di famiglia di quell'area. La proposta arriva dopo che un sondaggio curato da Ipsos Mori Research Highlights ha svelato come il 70% dei cittadini sia d'accordo con la proposta di un 'balzellò per diminuire le visite inutili dal medico di famiglia.

112 : Società' Italiana 118 , il servizio con numero unico mette a rischio le vite umane

112«Il numero unico 112 mette a rischio delle vite umane».. "L'Europa non ci ha chiesto di sostituire il numero di emergenza 118 con il 112 ma di affiancarlo. Invece l'Italia ha istituito il numero unico (112) e nello smistamento delle telefonate si perde tempo prezioso nel soccorso salva-vita. Bruxelles non ha neppure chiesto di spendere soldi pubblici per le costosissime Centrali uniche di risposta". Così il presidente nazionale della Società italiana sistema 118 Mario Balzanelli che lancia l'allarme ""In caso di arresto cardiaco improvviso, che uccide circa 8 italiani all'ora, per ogni minuto che passa dall'insorgenza dell'evento si perde mediamente il 10% di possibilità di ripristino della circolazione spontanea. Chi di noi è disponibile, per un solo minuto perso nelle operazioni di doppio passaggio tra 112 e 118, in quei momenti terrificanti, a cedere quel 10% di possibilità di tornare a vivere?"conclude Balzanelli "come negli altri Paesi Ue, torni ai cittadini la possibilità di accesso diretto al Sistema di Emergenza Territoriale 118", spiegando che la direttiva comunitaria europea 91/396/Cee che sancisce che il numero unico 112 per l'emergenza viene introdotto "parallelamente ad ogni altro numero nazionale esistente per tali chiamate".

ISS: Fermare i vaccini vuol dire ritorno di malattie gravi ora diventate poco frequenti

vaccinazioneeeNel caso in cui si fermassero i programmi vaccinali, le malattie prevenibili con i vaccini tornerebbero. Anche se un'igiene migliore, il lavaggio delle mani e l'acqua pulita contribuiscono a proteggere dalle malattie infettive, queste malattie si possono diffondere indipendentemente dal livello di igiene. Se le persone non si vaccinassero, in breve tempo comparirebbero di nuovo malattie diventate poco frequenti, come la difterite, la pertosse, il morbillo, la parotite. Lo sottolinea l'Organizzazione Mondiale della Sanità a proposito del valore dei programmi vaccinali in tutto il mondo che ha diffuso in un video il seguente testo:

CINQUE FATTI SULLE VACCINAZIONI

1. I vaccini sono sicuri ed efficaci
Ogni vaccino approvato è:
rigorosamente testato prima di essere autorizzato per l'uso
regolarmente valutato
i suoi effetti sono costantemente monitorati
2. I vaccini prevengono malattie mortali come:
difterite,
parotite,
morbillo,
pertosse
3. I vaccini immunizzano meglio delle infezioni naturali
La risposta immune ai vaccini è simile a quella prodotta dall'infezione naturale ma è meno rischiosa
4. I vaccini combinati sono sicuri e producono effetti benefici
La somministrazione contemporanea di più vaccini non produce danni sul sistema immunitario dei bambini
si diminuisce il disagio dei bambini
si risparmia tempo e denaro
5. Se noi fermiamo le vaccinazioni le malattie riemergeranno
Nonostante la migliore igiene sanitaria, e l'accesso all'acqua sicura le infezioni si diffonderanno
Quando le persone non sono vaccinate, le malattie infettive diventate rare ricompaiono velocemente.

TRIENNIO DI FORMAZIONE: Pubblicato il bando nella Gazzetta Ufficiale concorso il 25 settembre , triennio 2018/2021

concorsomedici thumb250 250Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n-49 del 22 /6/2018 il bando per il Concorso per l'ammissione ai corsi di formazione specifica in medicina generale, triennio 2018/2021. Il Il concorso avra' luogo in data 25 settembre 2018, alle ore 10,00. Il Luogo e l'ora di conovcazione dei candidati sara' comunicata dale singole Regioni con comunicazione a mezzo avviso da pubblicarsi nei rispettivi Bollettini Ufficiali da affiggersi anche presso gli Ordini provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

IL TESTO IN GAZZETTA


VACCINI : polemica nella coalizione di governo il Ministro Grillo a Salvini "polemiche strumentali" di Maio "ognuno ha le sue opinioni"

salvinimaioRischia di diventare un caso nazionale all'interno della coalizione di Governo la posizione espressa da Salvini che questa mattina in un intervista radiofonica, si è scagliato contro i dieci vaccini obbligatori, affermando che "sono troppi", scatenando di rimbalzo la reazione della ministra Giulia Grillo "Tutte le polemiche", ha scritto in una nota, "sono solo strumentali e finalizzate a creare un circo mediatico che a me non interessa alimentare. Prenderemo le decisioni opportune in accordo con gli alleati di governo, ma chiaramente si tratta di un tema che deve essere discusso anzitutto dal ministero della Salute". Ma non è solo questa la reazione con un coro unanime il mondo Medico ha manifestato profonde perplessita' alla luce anche dei dati provenienti dal Venezuela dove l'abbassamento delle soglie al 67% ha fatto ricomparire la tanto temuta poliomielite condita con 1200 casi di difterite e un marasma di Morbillo. Ma la notizia che più ha fatto discutere risale a ieri pomeriggio: quando il sottosegretario agli Interni Luigi Gaetti ha ricevuto una delegazione Free Vax al Viminale. "Incontro privato tra vecchi amici"lo ha giudicato. Lapidario Di Maio che da Avellino appoggia il neo ministro della Salute liquidando il collega vice premier " Sui vaccini "il contratto (di governo) parla chiarissimo, noi vogliamo rivedere il decreto Lorenzin ma nel senso semplicemente di potere assicurare una tutela vaccinale delle persone e soprattutto ai bambini. Poi ognuno ha la sua opinione sui vaccini, voi conoscete la nostra". Vero è che ultimamente lo stesso ministro Grillo aveva ammorbidito i toni fortemente critici sull'obbligatorietà E ha replicando direttamente al leader del Carroccio: "Ci fa piacere che il ministro degli Interni si interessi di un tema così importante, così come il ministro dell'Istruzione. Voglio solo precisare che l'obbligatorietà è un argomento politico, che ha a che fare con una strategia di tipo politico. Ma le valutazioni di tipo scientifico non competono alla politica. La politica 'non fa' scienza, la scienza la fanno gli scienziati. La politica decide quale strumento vuole utilizzare, se vuole utilizzare l'obbligatorietà e in quale misura". "Voglio ribadire ancora una volta e non mi stancherò mai di ripeterlo, che i vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria. E che in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione. Stiamo lavorando per trovare la soluzione migliore capace da una parte di garantire la frequenza dei bambini negli asili nido e che dall'altra parte metta al centro del dibattito parlamentare la revisione dell'impianto del decreto legge Lorenzin. Pur con l'obiettivo di tutelare la salute individuale e collettiva", si legge in una nota dello stesso Ministero , "garantendo le necessarie coperture vaccinali, va affrontata la tematica del giusto equilibrio tra il diritto all'istruzione e il diritto alla salute, tutelando i bambini in età prescolare e scolare che potrebbero essere a rischio di esclusione sociale". Un'espressione vaga che lascia libertà di intervento e che non esclude l'intervento per rivedere e superare il decreto Lorenzin.". Supeare si la legge Lorenzin ma lasciare l'obbligo come misura a tutela della salute pubblica. (G)

VACCINI: Fimmg, salvano le vite e sono sicuri La scienza non è un’opinione

vaccino medici thumb250 250Roma, 22 giugno 2018. In riferimento a quanto dichiarato oggi dal Ministro dell'Interno il Board del Calendario Vaccinale per la vita (SIP - Società Italiana di Pediatria, SItI - Società Italiana di Igiene, FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri, FIMMG - Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) ribadisce che i 10 vaccini proposti a tutela di tutta la popolazione, e in particolare di tutti i soggetti più fragili che non possono essere vaccinati, sono sicuri, efficaci e indispensabili a garantire la protezione di tutta la popolazione verso malattie gravi, pericolose e potenzialmente mortali.
Grazie alla legge che limita l'accesso alle scuole per i bambini non vaccinati, imitata da altre nazioni, l'Italia è un Paese più sicuro e ci auguriamo che non rientri più tra le nazioni a rischio infettivologico come ci aveva definito l'Organizzazione Mondiale della Sanità.
E' auspicabile che il Ministro della Salute on. Giulia Grillo assuma posizioni scientificamente validate a supporto di tutto il calendario vaccinale e a tutela della sanità pubblica e della salute di tutti i cittadini.