Ven17082018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

VACCINI: Di Maio «smentisce il Ministero: «Vale la legge Lorenzin» ok dei presidi

vacciniscuola2 thumb other250 250«Il nuovo anno inizierà in regime di decreto Lorenzin» così il vicepremier in un intervista che da ragione ai presidi e ai medici che nei giorni scorsi avevano levato gli scudi contro la circolare Salute -Mise che permetteva anche solo l'autocertificazione dell'avvenuta vaccinazione per l'iscrizione a scuola. Circolare ora bocciata dal vice premier Di Maio. In pratica senza certificato vaccinale niente iscrizione. Adesso è il ministero che dovra' sancire il dietro front anche se formalmente. Senza il certificato vaccinale i bambini da zero e sei anni non potranno entrare al nido o alla materna. L'allarme era stato lanciato dall'Associazione nazionale dei presidi affermando che non è possibile presentare un'autocertificazione per questioni di salute oltretutto alcuni giuristi avevano anche avvertito il ministero che una cirolare avrebbe potuto combiare una legge dello stato, invalidando la circolare ministeriale. La norma nel milleproroghe e che prevede di far slittare di un anno l'allontanamento da scuola per i non vaccinati potra' andare in vigore solo dopo l'11 settembre, quando l'anno scolastico sarà iniziato e tutto dovrà essere già in regola,e il Disegno di Legge annunciato dal Ministro Grillo per il suo iter avra' tempi lunghi per tutti i passaggi fino alla sua estensione. Quindi a settembre, inizierà solo per i bambini vaccinati che presenteranno il certificato medico. «Plaudo al ministro Di Maio che, ribadendo la necessità di dover seguire la legge Lorenzin - ha commentato Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale dei presidi - ha dato dimostrazione di grande responsabilità. A settembre, quindi, non si accetteranno bambini senza vaccino e senza certificazione medica. In questo modo si elimina la confusione fatta finora tra famiglie e addetti ai lavori».

OMEOPATIA: FOFI a Beppe Grillo la confusione ingenerata da una normativa confusa

6462f1d3ce571673413ec4545f307474 249637"I rimedi omeopatici sono classificati dalla vigente normativa, sia comunitaria che nazionale, come farmaci." così inizia la risposta della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani per voce del Presidente, Andrea Mandelli alle affermazioni del leader genovese dei 5 stelle (LEGGI QUI)  "È detto in modo inequivocabile dal Codice europeo del farmaco," continua Mandelli " che l'Italia ha recepito nel 2006 e il farmacista non può rifiutarsi di distribuire nessun farmaco regolarmente in commercio, compresi quelli omeopatici. La questione va affrontata anche considerando che molti farmaci omeopatici sono prescritti da medici e sarebbe difficile per il farmacista entrare a gamba tesa nel rapporto tra medico omeopata e paziente. Non è una questione solo italiana, tanto che in alcuni paesi europei questi medicinali sono rimborsati dal servizio sanitario o dal terzo pagante. Se esiste un rischio di confondere il cittadino paziente, questo discende da una normativa che ancora stenta ad affrontare con chiarezza questa materia, sulla quale si interviene con provvedimenti tampone, come quello contenuto nell'attuale Decreto milleproroghe attualmente licenziato dal Senato l'8 agosto e in attesa del passaggio alla Camera. Personalmente ritengo che Beppe Grillo, quale garante del Movimento 5 stelle sia in grado di promuovere la discussione all'interno della maggioranza su questi temi sempre che lo ritenga opportuno, per ispirare un'azione politica adeguata. Dal canto nostro, nel Codice deontologico del farmacista è chiaramente stabilito che il professionista è tenuto a promuovere trattamenti scientificamente validati e a informare correttamente anche sulle medicine complementari. È quanto dobbiamo fare ed è quanto facciamo ogni giorno".

OMEOPATIA: la Rete contro le affermazioni di Beppe Grillo plauso di Burioni replica Omeoimprese

omeopatia thumb250 250"Bravissimo Beppe Grillo Speriamo che questa presa di posizione chiara, coraggiosa e illuminata sua di buon auspicio per il futuro". così l'immunologo Roberto Burioni, su twitter da giorni sotto attacco per le sue posizioni in merito ai vaccini proprio dei simpatizzanti del movimento del comico genovese.
Ma le parole di Grillo hanno scatenato la rete e principalmente il suo blog, dove in queste ore fioccano gli insulti di seguaci "traditi" dalle dichiarazioni di Grillo,"ma che ti sei rincoglionito E no!!! Stavolta hai proprio toppato!!!!", "Su questo, mi deludi", "Stai scherzando, vero? Big pharma ha pagato anche te", "Questa roba non la condivido neanche a pagamento", "Beppone ma cosa dici mai?" E c'è chi chiede a Grillo di non addentrarsi in queste tematiche perché "non ti competono e non ne sei minimamente informato".. In parallelo i commenti di coloro che sono contro l'omeopatia e che fanno da contraltare agli attivisti innescando diaspore social modello Guelfi e Ghibellini. Non si è fatta attendere la replica di Omeoimprese, l'associazione delle aziende che producono e distribuiscono farmaci omeopatici in Italia, : "Stupiscono le affermazioni di Grillo" replica il presidente, Giovanni Gorga "che però meritano alcune puntualizzazioni. Posto che, tutti possono esprimere liberamente la propria opinione, in attesa che lo facciano i farmacisti, riteniamo doveroso spiegare che i farmaci omeopatici sono venduti in farmacia in quanto farmaci. Pertanto non vi è alcun rischio di confondere i pazienti che trovano in farmacia tutte le tipologie di farmaci autorizzati dall'AIFA, tra i quali i nostri prodotti".

VACCINI : Petizione pro vax , 250000 firme dicono si alla legge lorenzin e no alle proroghe

iovaccino250.000 firme in aumento, indirizzate al governo per dire "sì" ai vaccini obbligatori per poter frequentare la scuola. Prende corpo l'iniziativa di un gruppo di mamme, i cui figli immunodepressi per un trapianto di fegato, chiedono che gli emendamenti proposti al Decreto Milleproroghe rendano inutile la legge attualmente in vigore e che sarà inviata a tutti i parlamentari per evitare : l'autocertificazione delle vaccinazioni e la cancellazione del termine del 10 luglio per presentare la documentazione a scuola recentemente introdotte dal governo, per le mamme significa "giocare con la pelle dei nostri bambini". Una grossa risposta alle fronde NO VAX che vevano nei gioni scorsi plaudito il provvedimento per ora congelato a causa della pausa estiva e che di fatto sara' inutile in quanto la ratifica del milleproroghe avverra' solo dopo l'avvio della frequenza scolastica.

BEPPE GRILLO : La degenerazione profonda del dibattito scientifico è colpa dell' omeopatia appello ai farmacisti di non vendere questi prodotti

grillo2Il capo spirituale del movimento 5 stelle Beppe Grillo contro L'omeopatia è successo oggi dal suo blog in una lettera indirizzata i farmacistida cui parte un attacco che ha scatenato non poco i seguaci del movimento 5 stelle sostenitori delle medicine alternative contro il potere di Big Pharma e sono proprio gli stessi iscritti a insultare pesantemente il comico anche perché cita la " profonda degenerazione del dibattito" attribuendo la responsabilta' al dilagare delle terapie alternative.
La lettera indirizzata All'Ordine dei Farmacisti Italiani è firmata da Beppe Grillo e il suo Neurologo
" In queste ultime settimane abbiamo riflettuto molto sulla difficoltà a comprendere il significato della parola scientifico da parte delle persone." Cosi inizia il comico genovese " E' stato disorientante, preoccupante e quasi penoso, assistere ad una degenerazione del dibattito così profonda. E' pur vero che non dovremmo stupircene più di tanto se consideriamo la diffusione di trattamenti e metodologie diagnostiche al limite dell'assurdo. Basti pensare alla fiducia con cui molte persone si rivolgono ai cosiddetti guaritori, fenomeno più volte denunciato dagli stessi media, in trasmissioni come "Striscia la notizia". La certezza di trovare nell'Ordine dei Farmacisti Italiani una sponda di razionalità è quindi praticamente matematica. E' infatti difficile immaginare un laureato in farmacia che invita un paziente a rivolgersi ad un guaritore. Difficile che accada quanto illegale, i medici di base e le farmacie rappresentano uno dei fari sempre fissi per il cittadino, sempre a rischio di perdersi fra le ciance infinite, le opinioni e i dibattiti: di fronte alle difficoltà che la malattia ed il disagio comportano non si devono, e non si possono, creare dubbi nella sua mente. Per questa ragione mi appello al Vostro Ordine e a tutti i professionisti che rappresentate: evitiamo che le farmacie continuino a confondere i cittadini con la vendita di prodotti omeopatici. I fortissimi dubbi sulla loro efficacia da parte del mondo scientifico sono di dominio pubblico. Così, senza permettermi un giudizio definitivo, l'omeopatia è stata più volte messa in discussione, sino a ripetuti quanto implacabili verdetti di inefficacia e inopportunità. Questo sia per quanto concerne la validità come opzione terapeutica che per la possibilità di un ritardo nell'approccio adeguato. Ritardo che potrebbe essere causato proprio dall'abuso di prodotti così a rischio di inefficacia e che, pur essendo in vendita in molte farmacie, farmaci non possono essere definiti. Non dimentichiamo che, proprio il loro commercio nelle farmacie potrebbe, per contiguità e similarità, contribuire a confondere il cittadino. L'utente potrebbe infatti pensare: "se quel prodotto è in vendita in una farmacia significa che sarà efficace!" Come dubitarne...In fondo si tratta dello stesso posto dove si va, muniti di ricetta, dopo essere stati visitati dal proprio medico di fiducia, dallo specialista ospedaliero o appena dimessi dopo un ricovero; magari per un delicato trattamento chirurgico di alta specialità. Il nostro sistema sanitario è uno dei migliori al mondo, per affidabilità e livello di copertura nei confronti dei cittadini. Agli occhi del Ssn siamo tutti uguali nei diritti, indipendentemente da quale patologia ci ha colpiti. Ed è anche in nome di questa evoluzione che chiediamo la sospensione della vendita presso le farmacie italiane di prodotti senza che ne sia stata scientificamente comprovata l'efficacia.
Nell'augurare a tutti i farmacisti italiani buon ferragosto mi viene in mente l'uso, almeno preventivo, dell'acqua fresca: bagnarcisi la testa in queste estati sempre più afose.

VACCINI : No vax, si vanta sui social di aver falsificato il certificato vaccinale della figlia: la scuola la denuncia

pollonaHa fatto ridere tutta l'Italia Erika Bianchi di Esine (Brescia) la mamma no vax che su facebook si è vantata, anzi ha dato consigli a tutto il mondo, portando la sua esperienza di come aveva falsificato un certificato vaccinale ingannando la scuola . Ma tra le persone sghignazzanti ce era qualcuna a cui la cosa non ha fatto ridere per nulla ed è stata la pagina facebook no alle pseudoscenze che ha riportato il post e da qui si è diffuso nella rete, ancora piu' seria tra l'ilarita' generale è stata la scuola materna paritaria Maria Bambina di Esine, nel Bresciano che ha deciso di sporgere denuncia portando il tutto ai carabinieri che avvieranno l'indagine. Del caso si interesserà la Regione Lombardia che disporrà' controlli per valutare se il caso è isolato oppure diffuso. Resta il fatto che la madre "falsaria" rischia non poco un procedimento penale.