Mer16082017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia FORMAZIONE: Fnomceo: troppo poche borse per scuole specialità

FORMAZIONE: Fnomceo: troppo poche borse per scuole specialità

 FNOMCeO thumb medium250 250DOCTOR 33- Saranno 6105 i contratti di formazione medica specialistica finanziati dallo Stato: è questo il contenuto del decreto firmato qualche giorno fa dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Il provvedimento dovrà ora passare al vaglio del ministero dell'Istruzione Università e Ricerca e di quello dell'Economia e Finanze. «L'auspicio è quello che, in questo percorso, i numeri possano essere aumentati» dice in una nota il segretario della Fnomceo, Sergio Bovenga. «Secondo le stime della Fnomceo e dei sindacati medici, infatti, occorrerebbero almeno mille contratti di formazione in più. E questo per non trovarci, nei prossimi dieci anni, con l'ondata dei medici della famosa "gobba pensionistica" che usciranno dal mondo del lavoro e che non troveranno un numero sufficiente di colleghi già specializzati pronti a sostituirli». L'allarme è stato lanciato da Fnomceo già il 14 luglio scorso, in occasione dell'ultimo consiglio nazionale: i presenti tra i 106 presidenti d'Ordine d'Italia hanno infatti approvato all'unanimità una mozione sulla formazione, che invitava proprio ad «incrementare di circa 1000 borse annuali i contratti di formazione specialistica post-laurea o di quanto necessario per coprire il fabbisogno derivante dal pensionamento nel prossimo decennio degli specialisti operanti nel Ssn». Ora, invece, il decreto del ministero della Salute «propone un numero di contratti di poco superiore a quello dello scorso anno. Una volta concluso l'iter, ai posti previsti dal decreto interministeriale andranno ad aggiungersi quelli (in genere il numero si aggira intorno ai 500) finanziati dalle Regioni», conclude la Fnomceo.