Gio19072018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia VACCINI: pediatri e medici di famiglia: "Aiuteremo a compilare l'autocertificazione"

VACCINI: pediatri e medici di famiglia: "Aiuteremo a compilare l'autocertificazione"

 Vaccino-antinfluenzale thumb medium250 250"In questa fase medici e pediatri di famiglia, ognuno per le proprie specifiche competenze assistenziali, resteranno, come sempre, al fianco dei propri pazienti per il necessario supporto di consulenza alla corretta compilazione delle autocertificazioni al fine di evitare errori in buona fede che, ricordiamo, esporrebbero comunque i cittadini ai provvedimenti penali previsti dalla legge". Lo hanno affermato in una nota congiunta Silvestro Scotti e Paolo Biasci, rappresentanti della Fimmg (Federazione nazionale dei medici di medicina generale e Fimp Federazione italiana medici pediatri sulla circolare presentata ieri dal ministro della Salute Giulia Grillo con le novità sull'obbligo vaccinale per le iscrizioni al prossimo anno scolastico. Difatti l'errta compilazione o per frode o per distrazione puo' costare caro al cittadino che in caso di dichiarazione non veritiera puo' rischiare una condanna penale, il genitore o il tutore o l'affidatario possono in caso di dichiarazioni mendaci rispondere del delitto di Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.), procedibile d'ufficio e punito con la reclusione fino a due anni (cioè da 15 giorni, minimo, a 2 anni). Chi riceve la dichiarazione, in quanto pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio, se e quando ha notizia della falsità delle dichiarazioni, cioè della commissione del reato di falso da parte del dichiarate, ha l'obbligo di denuncia all'autorità giudiziaria e può pertanto essere chiamato a rispondere a sua volta del reato di omessa denuncia di reato (artt. 361, 362 c.p.)