Gio16082018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia VIOLENZA MEDICI: il CDM approva il disegno di legge per inasprimento delle cure Fnomceo ,prevedere la perseguibilta' d'ufficio

VIOLENZA MEDICI: il CDM approva il disegno di legge per inasprimento delle cure Fnomceo ,prevedere la perseguibilta' d'ufficio

 violenzame thumb medium250 250Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Disegno di legge: Disposizioni in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie nell'ambito dell'esercizio delle loro funzioni -del ministro della Salute Giulia Grillo in esame preliminare, con l'introduzione di un'aggravante per l'aggressione al personale sanitario durante l'esercizio delle funzioni. Nell'art. 61 del codice penale si preciserà che l'aggravante riguarderà la violenza ma anche solo la minaccia a medici e infermieri. Istituito anche un osservatorio anti-violenza. Prorpio oggi la Fnomceo ha lanciato un appello affinche' il disegno di legge che dovra' iniziare il suo iter parlamentare "preveda la procedibilità d'ufficio. Sarebbe infatti una misura non pienamente efficace aumentare le pene per un reato che resta, in molti casi, procedibile solo su querela di parte" afferma il presidente della (Fnomceo), Filippo Anelli " in un contesto in cui gli operatori sanitari spesso non denunciano, per salvaguardare il rapporto di fiducia con gli assistiti o per minacce di ritorsioni. Ringraziamo il ministro Grillo per la sensibilità e l'attenzione dimostrate rispetto all'escalation di violenza contro i medici e gli operatori sanitari e per aver preso provvedimenti fattivi in tempi rapidi. Ci rendiamo sin da ora disponibili a dare tutto il nostro apporto, nel rispetto del nostro ruolo di ente pubblico non economico sussidiario dello Stato a cui la legge demanda la tutela della salute quale interesse pubblico connesso all'esercizio professionale" ha concluso Anelli