Mar23102018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia INFLUENZA: Bartoletti (Fimmg): la vaccinazione sempre e comunque raccomandata. (Video)

News Italia

INFLUENZA: Bartoletti (Fimmg): la vaccinazione sempre e comunque raccomandata. (Video)

 Influenza3 thumb medium250 250"Anche se non ci aspettiamo virus particolari per la prossima stagione influenzale la vaccinazione è comunque e sempre raccomandata. Soprattutto alle persone che hanno patologie croniche, ai soggetti cosiddetti rischio, al personale sanitario e alle forze dell'ordine".
Così Pierluigi Bartoletti, vicepresidente della Federazione dei medici di famiglia e dell'Ordine dei medici di Roma, in un'intervista resa al sanitàinformazione.it, ha spezzato una lancia in favore del vaccino antinfluenzale.
Anche se non obbligatorio, ma semplicemente raccomandato, il vaccino contro l'influenza è in ogni caso un'arma importante, soprattutto per persone con patologie cardiologiche o immunologiche "per le quali l'influenza è una malattia seria, sistemica. E come tale può determinare un aumento della mortalità a causa delle complicazioni che possono subentrare. Non dimentichiamo – ricorda Bartoletti – che le complicazioni da influenza sono la terza causa di morte per malattie infettive in questo Paese".
Il vicepresidente Fimmg sgombra anche il campo dai timori dei possibili effetti collaterali del vaccino: "La vaccinazione è di anno in anno sempre più sicura" spiega "anche dal punto di vista della composizione farmaceutica".
"Per vaccinarsi è sufficiente andare dal proprio medico di medicina generale" ricorda Bartoletti, che si sofferma anche sulla tempistica della copertura vaccinale. "Le vaccinazioni sono sempre legate al clima e molto dipenderà dunque dal meteo: se ci aspettiamo un inverno freddo, allora sarà meglio effettuarle tra fine ottobre e inizio novembre" spiega il medico. "Se invece il tempo sarà un po' più mite, e il freddo arriverà verso gennaio o febbraio, allora anche le vaccinazioni potranno essere posticipate a fine novembre, inizio dicembre".
In ogni caso, prima o dopo che sia, il fatto importante rimane quello di proteggersi dal malanno stagionale per antonomasia e dalle sue possibili conseguenze: "Vaccinarsi contro l'influenza è fortemente raccomandato" conclude Bartoletti, indossando quasi: " le vesti del testimonial pro-vaccino. "Io mi vaccino e vaccino i miei figli tutti gli anni".