Mar15102019

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia VACCINI: Al nord un bambino per classe non è vaccinato, lontani dalla copertura auspicata dal Ministero e l'Europa ci bacchetta

News Italia

VACCINI: Al nord un bambino per classe non è vaccinato, lontani dalla copertura auspicata dal Ministero e l'Europa ci bacchetta

 vaccinazioneeeLa legge Lorenzin sulle vaccinazioni arriva a compimento , e vengono a galla i buchi nella copertura vaccinale. Ed è proprio il nord della nostra penisola a mostrare la maggiore carenza, difatti un bimbo in ogni classe non è vaccinato Un ragazzino su 20 e' senza profilassi in Lombardia in Veneto settemila gli alunni rimasti fuori dagli asili. La legge lorenzin sull'obbligo vaccinale , tanto avversata dalle associazioni No vax che nel nord della penisola hanno la loro piu' strenua resistenza prevede che i da zero a 16 anni vengano effetuate 10 vaccinazinioni ovvero anti-polio, anti-difterica, anti-tetanica, and-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella. In Lombardia circa 17mila. bambini sotto i 6 anni rischiano di non poter accedere alla materna o al nido perché non vaccinati nel Veneto 7mila, in Friuli Venezia Giulia i non vaccinati sono circa 3mila. Ma anche al centro sud la situazione non è rosea in Toscana in 3.700 rischiano di non aver accesso al nido o alla scuola dell'infanzia. Nella Asl Napoli 1 Centro 1.525 inadempienti alla vaccinazione trivalente e una copertura del 91%, in Sicilia i196% circa ha effettuato i vaccini mentre 1.865 sono inadempienti. Anche se questi numeri rappresentano solo una percentuale molto bassa l'Europa ci cita ad esempio negativo e lo fa Il commissario europeo alla Salute, Vytenis Andriukaitis, che ha citato l'Italia come esempio negativo di "politicizzazione" della questione vaccini. «In alcuni Stati membri», ha detto Andriukaitis, «alcuni politici usano gli effetti collaterali come strumento contro i vaccini. Ci sono problemi negli Usa, ma anche in Europa. L'Italia è un esempio. Questo fenomeno è pericoloso»