Lun19042021

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia VACCINAZIONI: Sotto accusa il sistema europeo lento , scarsa produzione interna e con troppo export

News Italia

VACCINAZIONI: Sotto accusa il sistema europeo lento , scarsa produzione interna e con troppo export

 europaflag thumb other250 250Sistema europeo sotto accusa per al vaccinazioni dopo la notizia che sono 34 milioni le dosi che hanno finora lasciato gli stabilimenti di produzione situati nei territorio Uè, dirette verso 31 Paesi di cui il Regno Unito con 9.100.00 il Canada 3,9 , Messico 3,1 , Giappone 2,7 , Arabia Saudita 1,3 e Stati Uniti 954mila, alcuni di questi paesi addirittura hanno chiuso all'espaortazioni e nessuno di questi ha mai inviato nemmeno una fiala nel continente Europeo, anzi inviano principi attivi per poi ottenere in cambi il prodotto finito. Come il Regneo unito e gli stati uniti che grazie a questo sistema hanno vaccinato il 33% dei britannici e il 18% degli statunitensi hanno già ricevuto la prima dose di vaccino, mentre la quota si abbassa fino al 6,5% tra gli europei. Sotto accusa anche il sistema di autorizazione dell'EMA con tempi di oltre 150 giorni, troppo lento per le procedure di emergenza di qui il paradosso un'Europa che non produce a sufficienza, non sommi nutra a sufficienza e segue una procedura di autorizzazione più esigente rispetto a quelle usate da altri Paesi occidentali, ma continua comunque ad esportare fiale anti-Covid