Mar24052022

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia CORONAVIRUS : Allo studio la riduzione della quarantena per chi ha la terza dose, nel contatto con un positivo si valuta anche la durata isolamento

News Italia

CORONAVIRUS : Allo studio la riduzione della quarantena per chi ha la terza dose, nel contatto con un positivo si valuta anche la durata isolamento

 100407264-450946d4-288b-47a6-bc85-e14d746fbb2b thumb250 250Allo studio una riduzione dei i tempi di quarantena per chi ha già ricevuto la dose booster in caso di contato con positivo, per 2 motivi il primo è che i tempi di contagio nella omicron sono diminuiti da 1 giorno a 5 giorni , poi entrerebbe in campo il paradigma che chi è vaccinato con 3 dosi ha solo il 30% di possibilta' che si contagi, e il fatto che la variante omicron, che ormai sta soppiantando la delta non sta dando impatti importanti in termini ospedalieri , e quindi si andra' verso una differenziazione tra vaccinati e non vaccinati con i primi con tempi minimi di quarantena in caso di contatto, mentre per i secondi tempi piu' lunghi. Si parla di quarantena che è lo stato precauzionale in caso di contatto, mentre per l'isolamento condizione dovuta dalla positività, resterebbero le regole precedenti. Ricordiamo che la variante Omicron è molto piu' contagiosa delle precedenti , con una media di infezione dai 5 ai 10 contatti , ed il tracciamento sta diventando un serio problema che con la differenziazione delle quarantene potrebbe portare. Quindi nelle quarantene si impone una differenziazione tra i vaccinati con 3 dosi, i vaccinati con 2 e i non vaccinati.