Mer10082022

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia CORONAVIRUS: Non e’ “solo un raffreddore” raddoppia il tasso di positivita’ in 2 settimane

News Italia

CORONAVIRUS: Non e’ “solo un raffreddore” raddoppia il tasso di positivita’ in 2 settimane

 coronaITALIA thumb250 250L'evoluzione di questa settimana della Pandemia è nettamente in salita l'influsso di omicorn 5 si sta facendo vedere , la diffusione va molto veloce a causa dell'abbandono completo di misure contenitive . Inutile guardare il numero dei casi che purtroppo non rispecchiano la realta' in quanto è aumentato a dismisura il sommerso dovuto ai tamponi self (lo dicono i dati di vendita) a cui non corrisponde la denuncia del caso, e questo ovviamente rende ormai inutile il conteggio , ma l'evoluzione non sfugge al tasso di positivita' che di 2 settimane fa' era del 12,7% e oggi è del 23,45% praticamente raddoppiato . Non è assolutamente "solo un raffreddore " ci sono alcuni fattori basilari da tenere in conto , il primo , è quello che mai nella storia a giugno con 38 gradi si è vista una diffusione virale talmente imponente, da falcidiare intere commissioni di esami per la maturita' e numeri elevati di studenti, tanto da far ripetere la sessione di esami ai primi di luglio, secondo è che il "solo un raffreddore" è il frutto di sistemi di contenimento posti in essere che danno questo come risultato , tamponi precoci , isolamenti rapidi , terapie iniettive come i monoclonali e orali con gli anti virali , vaccini a tappeto e sistemi di prevenzione, tutto bene ma puo' parlarsi di normalita' ? Puo' essere normalita' una patologia virale che ogni mese ci contagia per 365 giorni l'anno con ondate ripetute e sottopone il nostro organismo ad uno stress immunologico ? Ovvio che a lungo andare potranno esserci ripercussioni come aumento di pericarditi o polmoniti , ed anche sovra infezioni batteriche in organismi debilitati. Quindi il non aver gli ospedali in affanno non è il frutto del "solo un raffreddore" ma di un sistema che si è attrezzato a reggere impatti ripetuti di attacchi virali che non hanno piu' stagionalità , ma che purtroppo non potra' reggere a lungo se l'intensa circolazione virale inneschera' una vera variante (queste di adesso sono solo sotto varianti) che fara' saltare il banco ....