Lun18122017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

VIBO VALENTIA: Medicine prescritte a pazienti morti, prosciolti 4 medici di famiglia

medingranda(AGI) - Vibo Valentia, 19 feb. - Non luogo a procedere perche' il fatto non sussiste e perche' il fatto non costituisce reato.
Con tale motivazione il gup del Tribunale di Vibo Valentia, Gabriella Lupoli, ha prosciolto dalle accuse di concorso in truffa e falso ideologico quattro medici  del Vibonese, tutti convenzionati col Servizio sanitario nazionale e coinvolti in un'inchiesta della Guardia di finanza con l'accusa di aver prescritto medicinali a pazienti deceduti. I prosciolti, tutti della provincia di Vibo Valentia, sono Romeo Aracri, 61 anni, di Francavilla Angitola; Giuseppe Crupi, 68 anni, di Acquaro; Marianna Martino, 54 anni, di San Nicola da Crissa; Caterina Scaramozzino, 58 anni, di Acquaro. Anche il pubblico ministero Vittorio Gallucci nel corso dell'udienza preliminare ha chiesto per gli indagati il non luogo a procedere ritenendo che l'azienda sanitaria provinciale non abbia aggiornato l'elenco dei pazienti cancellando le persone decedute o emigrate.

BERSANI, abolire ticket su visite specialistiche

bersani(ANSA) - ROMA, 20 FEB - Abolire il ticket sulle visite specialistiche tagliando le consulenze nella sanità pubblica. Lo propone il segretario del Pd Pier Luigi Bersani. "La sanità pubblica - dice Bersani in una dichiarazione - spende ogni anno 790 milioni di euro in consulenze, la maggior parte delle quali sono inutili, come ha denunciato la Commissione parlamentare d'inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale presieduta da Ignazio Marino. Mentre i cittadini spendono di tasca propria 834 milioni l'anno per pagare i ticket sulle visite specialistiche. Il ticket è una delle tasse più odiose e ingiuste perché è una tassa che ricade su chi è più malato. Per questo noi vogliamo eliminare tutte quelle consulenze che non servono per tutelare la salute e abolire il ticket per sollevare da una spesa aggiuntiva quei cittadini che si devono curare. Noi siamo per il mantenimento di un servizio sanitario nazionale pubblico e per tutti. Di fronte alla malattia non c'é per noi né povero né ricco. E questo è il modo giusto per garantirlo: non con tagli lineari, ma con più efficienza, guardando davvero nelle pieghe dei conti della sanità ed eliminando gli sprechi e le spese superflue".

DOCUMENTO VALUTAZIONE RISCHI : il ministero anticipa la scadenza al 31 maggio 2013

aspettoAutocertificazione dei rischi e DVR – Chiarito dal Ministero il termine di validità della cosiddetta autocertificazione della avvenuta valutazione dei rischi: 31 maggio 2013. Il termine, inizialmente prorogato al 30 giugno 2012, poi al 31 dicembre 2012, era stato oggetto di una ulteriore proroga al 31 giugno 2013. La pubblicazione del decreto interministeriale sulle procedure standardizzate ("Fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale") ha tuttavia anticipato il termine al 31 maggio 2013.

IL TESTO DELLA CIRCOLARE DEL MINISTERO

ROMA :Infermiera assenteista fa massaggi erotici durante la malattia

massaggiIL VIDEO COMPLETO 
L'assenteismo e il doppio lavoro sono due piaghe del pubblico impiego. Di impiegati assenteisti nel corso degli anni alle Iene (ma anche a Striscia la Notizia) né abbiamo visto tanti, ma mai una così originale. E' la storia che ci ha raccontato Filippo Roma nel corso della puntata delle Iene andata in onda ieri sera. Un'infermiera di una Asl, invece che timbrare regolarmente il cartellino, le escogita tutte per starsene a casa ed esercitare la professione più redditizia ed antica del mondo. Avete capito bene, una dipendente pubblica che pratica massaggi erotici, con tanto di gran finale, durante l'orario di lavoro. L'inviato delle Iene ha spedito prima un complice per verificare la segnalazione ed una volta appurata la sua fondatezza, si è presentato a casa della signora per una visita di controllo targata LE IENE

SPIROINDOLONE NITD609 Scoperto 'tallone d'Achille' del parassita della malaria

zanza2(ANSA) - SYDNEY, 15 FEB - Scienziati australiani hanno scoperto il 'tallone di Achille' del parassita della malaria, un organismo monocellulare che iniettato nell'uomo con la puntura della zanzara anofele infetta le cellule del sangue. I ricercatori della Scuola di Biologia dell'Universita' nazionale australiana hanno scoperto come una nuova classe di farmaci anti-malaria uccide il parassita bloccando una 'pompa' sulla sua superficie, che e' vitale per la sua sopravvivenza.
Con la collborazione della squadra che ha sviluppato il farmaco spiroindolone NITD609 a Singapore (Novartis Institute for Tropical Diseases) e negli Usa (Genomics Institute of the Novartis Research Foundation) i ricercatori guidati dalla biologa Natalie Spillman hanno dimostrato che il farmaco blocca la pompa che il parassita usa per espellere il sale. ''Riteniamo che lo spiroindolone uccida il parassita causando un sovraccarico di sale'', scrive Spillman sulla rivista Cell Host and Microbe.
Questa vulnerabilita' nella fisiologia del parassita potra' essere sfruttata per sviluppare nuove medicine anti-malaria, di cui vi e' urgente bisogno, aggiunge la studiosa. ''Sapendo questo, possiamo cercare altri farmaci capaci di bloccare questa pompa. Possiamo anche cominciare a investigare come il parassita riesca a cambiare la forma della pompa e cosi' sviluppare resistenza anche a questa classe di farmaci''.
Lo spiroindolone e' la prima classe di farmaci veramente nuova che puo' ora essere testata su pazienti affetti da malaria, in piu' di 20 anni. Il parassita della malaria, che uccide nel mondo piu' di un milione di persone ogni anno, specie nel terzo mondo, continua a sviluppare resistenza alla maggior parte dei farmaci anti-malaria correntemente in uso.

SPAGNA: dilaga la 'marea biancà contro la privatizzazione della sanità

marea-blanca(ANSA) - MADRID, 17 FEB - Al grido di «La Sanità non si vende, si difende», decine di migliaia di persone sono sceseoggi in piazza a Madrid e in altre 15 città della Spagna indifesa del servizio sanitario pubblico e contro laesternalizzazione di servizi decisa da alcune Regioni pertagliare la spesa. Si tratta della sesta protesta negli ultimi mesi nellaCapitale che ha visto mobilitati sindacati di medici,infermieri, associazioni in difesa della sanità pubblica ecittadini - ribattezzata dalla stampa «Marea bianca» dal coloredei camici - contro il piano del governo della regione, cheprevede la privatizzazione di sette ospedali pubblici e di 27ambulatori. Oggi, per la prima volta, le manifestazioni contro i tagli di 6,7 miliardi di euro per il settore, previsti dallafinanziaria, si sono estese da nord a sud del Paese, daBarcellona, a Valencia, a Saragozza, Malaga, Cadice, Ourense,Murcia e Palma di Maiorca