Dom22072018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

DEMEDICALIZZAZIONE DEL 118 : Anelli (Fnomceo) – Balzanelli (Sis 118), No ad ambulanze senza medici e infermieri a bordo

ambulanza-118 thumb250 250"No ad ambulanze senza medici e infermieri a bordo. No a una demedicalizzazione del 118, che, secondo gli studi presenti in letteratura, fa drasticamente diminuire le possibilità di sopravvivenza dei pazienti critici che attivano il sistema dell'emergenza. La diagnosi e la terapia sono competenza del medico e hanno un documentato valore salvavita".
Così il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Filippo Anelli, ha affermato, al termine di un incontro avvenuto oggi a Roma presso la sede della Fnomceo con Mario Balzanelli, presidente della Società Italiana Sistema 118 (Sis 118), per fare il punto sullo stato di salute del Sistema di Emergenza Territoriale in Italia, all'indomani dell'audizione dello stesso Balzanelli in Senato in merito all'istituzione del numero unico di emergenza 112.
Celerità, efficienza, efficacia: sono queste le caratteristiche che deve avere un buon sistema di Sistema di Emergenza Territoriale. In Italia, negli ultimi anni, il Sistema di Emergenza Territoriale 118 è stato, invece, sistematicamente depotenziato. Prima attraverso la chiusura del 31% delle centrali operative; poi con l'affermazione di modelli gestionali che hanno sostituito, con costi molto maggiori, il governo sanitario del Sistema con modalità di governo amministrativo; infine con la progressiva desertificazione della presenza a bordo dei mezzi di soccorso del SET-118 di personale sanitario medico – infermieristico. Ora, l'introduzione del numero unico 112 che andrà a sostituire e non – come avviene, ad esempio, in Francia e in Spagna, ad affiancare il 118 introducendo, di fatto, un doppio passaggio che rischia di far perdere tempo prezioso a chi deve chiamare i soccorsi.
"Sono fortemente preoccupato – ha dichiarato Balzanelli -: occorre "restituire" immediatamente ai cittadini italiani, secondo quanto peraltro accade in altri Paesi dell'Unione, la possibilità di accesso diretto al Sistema di Emergenza Territoriale 118 in caso di imminente pericolo di perdere la vita. In caso di arresto cardiaco improvviso, che uccide ancora circa 8 italiani all'ora, per ogni minuto che passa dall'insorgenza dell'evento si perdono mediamente il 10% di possibilità di ripristino della circolazione spontanea, laddove la "catena dei soccorsi" funzioni al meglio. Chi di noi è disponibile, per un solo minuto perso eventualmente nelle operazioni di "doppio passaggio" tra 112 e 118, a cedere quel 10% di possibilità di tornare a vivere?"

VACCINI: Giulia Grillo via l'obbligo, cambieremo la legge con un obbligatorietà flessibile

grillo giuliaA «brevissimo sarà presentata una proposta di legge parlamentare, alla quale la maggioranza sta lavorando, per modificare l'obbligatorietà dei vaccini come prevista dal decreto Lorenzin». Lo ha dichiarao il Ministro Giulia Grillo a margine della presentazione della nuova circolare. L'obiettivo è di «non mantenere l'obbligo come è oggi: vogliamo cioè una obbligatorietà flessibile che consideri le diverse situazioni. Cambiamo la legge perché vogliamo alleggerire gli obblighi e creare forme di obbligatorietà flessibile che si adattino alle reali esigenze, sia della popolazione che dei tempi. Bisogna stare attenti a mantenere buone coperture vaccinali ma se ad esempio ci sono trend positivi per alcune malattie, allora si può alleggerire l'obbligo vaccinale»

VACCINI : Ministro Grillo un tavolo ministeriale indipendente con esperti privi di rapporti finanziari con i produttori di farmaci per riscrivere il piano nazionale

ministerosaluteNella Conferenza stampa di presentazione della nuova circolare sui vaccini il ministro Giulia Grillo ha annunciato la costituzione di un tavolo Ministeriale coordinato da Vittorio De Michelidi esperti indipendenti sui temi vaccinali, Un organismo che avrà anche il compito di affrontare "il fenomeno della diffidenza e del dissenso vaccinale" e di "aggiornare il piano nazionale di prevenzione vaccinale". Inoltre si occuperà della sorveglianza attiva degli eventi avversi ai vaccini, dello standard di funzionamento dei servizi vaccinali e della formulazione di piani di intervento straordinario su eventi di rischio attuale o potenziale, come ad esempio in riferimento ad un piano di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita. Gli esperti indipendenti, ovvero "privi di rapporti finanziari con i produttori di vaccini, saranno scelti da Ministero e Regioni nel mondo professionale, scientifico e istituzionale. Un Tavolo, commenta il ministro Grillo, "di grande importanza, a partire dalla priorità che è quella di vincere la diffidenza antivaccinale diffusa in parte della popolazione". Perplessità è stata espressa dal presidente del Consiglio Superiore di Sanita' Roberta Siliquini (Css) che ha giudicato l'annuncio come delle "Illazioni pericolose sull'indipendenza dei redattori del Piano nazionale vaccini" e che sia stato messo in dubbio il vigente Piano Nazionale Vaccini, stilato in modo condiviso da una autorevolissima Commissione di scienziati insediatasi in seno al Consiglio Superiore di Sanità, avanzando illazioni sulla 'indipendenza' dei redattori. Trovando questo fatto molto pericoloso. Alla Presidente fa Eco il Segretario Nazionale della Fimmg scotti che sul suo profilo face book ha commentato le dichiarazioni " Cara Roberta Siliquini, " ha scritto il Segretario "nulla da aggiungere, sarà interessante comprendere se escluso il Consiglio Superiore di Sanità, escluso l'Istituto Superiore di Sanità, esclusa la FNOMCeO, escluse le principali Società Scientifiche di area pediatrica e degli igienisti, escluse le rappresentanze professionali di pediatri di famiglia e medici di medicina generale, chi saranno gli esperti indipendenti competenti, forse Pippo Pluto e Paperino #madai "

VACCINI: Ministero della Salute, per l'iscrizione a scuola basterà l'autocertificazione vaccinale

Giulia-Grillo thumb large300 300In attesa di un approfondimento parlamentare sul dibattito pubblico relativo all'obbligatorietà delle vaccinazioni, considerato che, con l'approssimarsi dell'avvio del nuovo anno scolastico 2018-2019, la mancata attuazione dell'Anagrafe nazionale vaccini potrebbe determinare un appesantimento delle procedure burocratiche a carico le famiglie e delle scuole, i ministri della Salute, Giulia Grillo, e dell'Istruzione, Università e Ricerca, Marco Bussetti, sono intervenuti con una circolare, in vista dell'imminente scadenza del noto termine del 10 luglio, per promuovere le seguenti semplificazioni:
per i minori da 6 a 16 anni, quando non si tratta di prima iscrizione, resta valida la documentazione già presentata per l'anno scolastico 2017-2018, se il minore non deve effettuare nuove vaccinazioni o richiami
per i minori da 0 a 6 anni e per la prima iscrizione alle scuole (minori 6 -16 anni) può essere presentata una dichiarazione sostitutiva di avvenuta vaccinazione
La principale novità sul tema è la costituzione dell'Anagrafe nazionale vaccini, indispensabile per semplificare la vita delle famiglie ed evitare inutili e onerose certificazioni anche nei casi di cambio di residenza. Il decreto ministeriale è pronto e seguirà al più presto il suo iter procedurale.
L'Anagrafe nazionale, strumento base per gestire le vaccinazioni, ancora non è stata attuata dopo ben 334 giorni dalla nuova legge del 2017. Consentirà di monitorare i programmi vaccinali, di conoscere le ragioni delle mancate vaccinazioni e di misurare progressi e criticità del sistema.
L'Anagrafe nazionale è la base per far decollare concretamente la vaccino-vigilanza, che potrà finalmente riferire puntualmente sugli eventi avversi riferiti ai vaccini impiegati e metterà a sistema i dati delle Regioni. Attraverso il sistema nazionale degli eventi avversi gestito da Aifa, le segnalazioni potranno essere comunicate dai professionisti sanitari e dai soggetti vaccinati o dai loro genitori.
Infine, prende avvio il Tavolo di esperti indipendenti guidato dal prof. Vittorio Demicheli, che consentirà di produrre le evidenze scientifiche a sostegno delle scelte dei decisori.
Obiettivi del tavolo: affrontare il fenomeno della diffidenza e del dissenso vaccinale (secondo indicazioni OMS-SAGE) aggiornare il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale.

http://www.youtube.com/watch?v=oRjpTFxu7bY
LE SLIDE DELL'INTERVENTO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_notizie_3417_listaFile_itemName_0_file.pdf

SUNSHINE ACT': FnomCeo al Ministro Grillo, no al camice bianco simbolo della corruzione in sanità i medici vanno sostenuti e incoraggiati

nùgrillomazzetteun post sulla pagina Facebook del Ministro della Salute Giulia Grillo per annunciare il 'Sunshine Act', la proposta di Legge presentata dal Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati che ha come obiettivo una maggior trasparenza sui dati relativi alle relazioni finanziarie che intercorrono tra le aziende e gli operatori della salute. Iniziativa accolta con favore dai medici italiani. Meno apprezzata la scelta della foto che correda il post: un uomo, presumibilmente un medico, camice bianco indosso e fonendoscopio attorno al collo, accetta una 'mazzetta'. Il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei Medici, Filippo Anelli, ha preso carta e penna e, questa mattina, ha inviato una lettera al Ministro. Eccola, di seguito.

Onorevole Ministro,

Le scrivo a nome di tutti i medici italiani. Medici che svolgono onestamente il proprio lavoro, mettendoci il cuore e la passione, accanto alle competenze acquisite in tanti anni di studio e impegno formativo.
Le Sue dichiarazioni sull'efficacia dei vaccini, così come la volontà di combattere la corruzione nel sistema sanitario, garantendo massima trasparenza nei rapporti tra aziende e operatori della salute (Sunshine Act), sono condivisibili.
Ci ė sembrato strano, pertanto, riscontrare che sulla sua pagina Facebook, in relazione alla bella iniziativa sul Sunshine Act, apparisse come simbolo della corruzione in sanità un camice bianco.
Non Le nascondo che quella improvvida scelta abbia provocato incredulità ma anche indignazione tra i nostri colleghi.
Un mondo che Lei ben conosce, in quanto ne fa parte, e che garantisce ogni giorno con sacrificio e dedizione, in un contesto difficile, a volte ostile, il diritto alla salute dei cittadini italiani.
La FNOMCeO, insieme a tutti i medici italiani, non ha alcun dubbio nel sostenere ogni azione tesa a contrastare la corruzione, che rappresenta il vero cancro della nostra pubblica amministrazione.
Sicuramente la Sanità non è esente dalla corruzione, che si annida in tutti quei settori che si occupano di acquisti di beni e servizi, sebbene il versante relativo alla diagnosi e cura sia tra quelli meno coinvolti nei processi corruttivi.
Signor Ministro, i suoi medici, i suoi colleghi, oggi avrebbero bisogno di essere sostenuti, incoraggiati in un momento storico ove la carenza del personale, il blocco dei contratti di lavoro, le incomprensibili norme sulla medicina amministrata, la violenza contro gli operatori sanitari hanno provocato una forte tendenza al burnout.
La professione medica ha contribuito in maniera sostanziale alla crescita sociale, culturale, etica e democratica del nostro Paese, con il suo bagaglio di valori e principi praticati e tramandati per tanti secoli.
Il mio è un invito a una maggiore attenzione alla comunicazione, così importante in questa società dell'immagine.
Con l'occasione Le rinnovo l'invito a partecipare, il prossimo 6 luglio, al Consiglio Nazionale della FNOMCeO, sede in cui potrà incontrare i rappresentanti di tutti i medici italiani.

SUNSHINE ACT : Schedatura pubblica per i medici che hanno rapporti con case farmaceutiche anche a titolo gratuito multe fino a 200.000 € , disegno di legge del M. 5 stelle in commissione affari sociali

medico corruzione8Più trasparenza. È questa la parola chiave alla base del Sunshine Act, il disegno di legge depositato dai membri del Movimento 5 Stelle della commissione Affari Sociali. E che stabilisce l'obbligatorietà della trasparenza sui rapporti economici tra aziende e operatori sanitari. Ovvie le sanzioni per chi non rispetterà le misure saranno colpiti cha medici che riceveranno erogazioni anche di soli 10 euro e che saranno catalogati a vita in un elenco pubblico sul sito del Ministero della Salute .
Il ddl, che verrà discusso nei prossimi mesi, stabilira' l'obbligatorietà della trasparenza sui rapporti economici tra le imprese e gli operatori sanitari. L'idea nasce sulla falsa riga del codice deontologico applicato dallo scorso anno da Farmindustria dove pero' la presenza o no nell'elenco dei "sovvenzionati" è regolato dalla legge sulla privacy, ma che diverrebbe obbligatorio qualora il Sunshine Act venisse approvato e diventerebbe legge.
Nel Dettaglio : Il disegno di legge stabilisce che dovranno essere rese pubbliche dalle aziende e dalle organizzazioni sanitarie le convenzioni e le erogazioni in denaro, beni, servizi o altre utilità effettuate da un'impresa produttrice in favore di un soggetto che opera nel settore della salute. Per le aziende l'obbligatorietà scatta quando le convenzioni o le erogazioni hanno un valore unitario maggiore di 10 euro o un valore complessivo annuo maggiore di 100 euro. Per le organizzazioni sanitarie parte invece con un valore unitario maggiore di 500 euro o un valore complessivo annuo maggiore di 1.000 euro.
Ma non è tutto nell'elenco pubblico dei "sovvenzionati finirebbero anche tutti coloro che hanno relazioni d'interesse, dirette o indirette, consistenti nella partecipazione, anche a titolo gratuito oppure onorifico, a convegni, eventi formativi, comitati, commissioni, organi consultivi o comitati scientifici. Le imprese dovranno comunicare anche eventuali operatori sanitari che abbiano partecipazioni azionarie o obbligazioni o che percepiscano compensi per la cessione di brevetti. Quindi anche la "gratuita'" sara' segnalata come co interesse.
Tutti questi soggetti segnalati saranno inseriti in un apposito elenco sul sito del Ministero della Salute da istituire entro 6 mesi dalla ratifica della legge un registro pubblico telematico, denominato "Sanità trasparente". Qui verranno pubblicati, in distinte sezioni, tutti i dati risultanti dalle comunicazioni di aziende e organizzazioni sanitarie.
Per le aziende che non comunicano convenzioni ed erogazioni, la sanzione sarà di 1.000 euro, aumentata di venti volte l'importo dell'erogazione alla quale si riferisce l'omissione. Per la mancata comunicazione delle partecipazioni azionarie o dei brevetti, la sanzione prevista va invece da 30mila a 150mila euro. Per chi fornisce notizie false o incomplete nelle comunicazioni si applicherà invece una multa da 20mila a 200mila euro.
Quindi occhio a farsi regalare una penna o un semplice apparecchio della pressione da pochi euro a partecipare a convegni come relatore anche a titolo gratuito si correra' il rischio di essere pubblicati sul sito del Ministero accanto al godurioso regalo ricevuto o alla prestigiosa orazione pubblica.

Favorevole il Ministro della Salute Giulia Grilloche dal suo profilo facebook dichiara: "Lotta alla corruzione nel sistema sanitario e massima trasparenza nei rapporti tra aziende e operatori della salute sono i punti cardine della proposta presentata dal MoVimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, il "Sunshine Act", ovvero 'della luce del Sole', che sara' discussa nei prossimi mesi" .