Sab21042018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

Arginare e quantificare il fenomeno del disease un'inchiesta dell'AgenParl (video)

ospedale(AGENPARL) - Roma, 12 giu - Arginare e quantificare il fenomeno del disease ... più estremi per 'inventare' delle patologie per poi commercializzare dei farmaci, ... “Da un'inchiesta dell'AgenParl sul fenomeno disease mongering in Italia ... volta ad arginare sprechi nella già martoriata sanità nazionale”.

annals of internal medicine: un articolo sull'appropriato uso di screening e test diagnosticiInviato

certificato-medicoTo begin to identify ways that practicing clinicians can contribute to the delivery of high-value, cost-conscious health care, the American College of Physicians convened a workgroup of physicians to identify, using a consensus-based process, common clinical situations in which screening and diagnostic tests are used in ways that do not reflect high-value care.

Vai all'articolo completo

Sisma: Balduzzi, priorita' imprese colpite per pagamenti Asl

Ministro-Balduzzi(ANSA) - ROMA, 8 GIU - Il ministro della Salute Renato Balduzzi e gli assessori regionali alla Salute hanno deciso che le aziende sanitarie ''devono tener conto, nelle priorità dei pagamenti di beni e servizi, della situazione delle imprese che hanno sede nei Comuni colpiti dal terremoto''. Lo rende noto lo stesso dicastero. Balduzzi ha incontrato questa mattina a Palermo, a margine del Forum mediterraneo della sanita' e insieme al Sottosegretario Adelfo Elio Cardinale, gli assessori regionali alla salute.

Sanita': adnkronos, spending review, ok a compensazioni crediti anche per regioni in rosso

ospedaleRoma, 31 mag. (Adnkronos) - Anche le regioni in rosso potranno accedere al sistema di compensazione dei debiti, per la certificazione con le imprese. Le commissioni Affari costituzionali e Bilancio hanno approvato l'emendamento al Dl spending review che lo prevede. La proposta di modifica, a firma Gilberto Pichetto Fratin (Pdl) e Francesco Sanna (Pd), consente quindi di compensare i crediti vantati dalle imprese, attraverso i debiti fiscali e contributivi iscritti a ruolo anche per le regioni che sono state sottoposte a piani di rientro finanziario. Viene inoltre ridotto da 60 a 30 giorni il tempo a disposizione che hanno le amministrazioni per la certificazione dei debiti. Le norme per lo sblocco dei crediti che le imprese vantano nei confronti della pubblica amministrazione avevano escluso gli enti in rosso: Campania, Lazio, Calabria, Molise, Abruzzo, Piemonte e Sicilia. Ogni regione avra' un commissario ad acta, ''con oneri a carico dell'ente debitore'', si legge in un subemendamento di Cosimo Latronico (Pdl). La nomina, si spiega, ''e' effettuata dall'Ufficio centrale del bilancio competente per le certificazioni di pertinenza delle amministrazioni statali centrali e degli enti pubblici nazionali, o dalla Ragioneria territoriale dello Stato competente per le certificazioni di pertinenza delle amministrazioni statali periferiche, delle regioni, degli enti locali e degli enti del servizio sanitario nazionale''.

Certificati on line ora l'obbligo anche per gli ospedalieri

arton332-0c334DOCTOR NEWS : Dal 2014 certificazione di malattia obbligatoriamente on line per tutti gli ospedalieri, com'è già oggi per i medici di famiglia. Lo prevede il decreto interministeriale firmato da Salute, Lavoro ed Economia e pubblicato lunedì sulla Gazzetta Ufficiale: Inps e Sac (Sistema di accoglienza centrale, il portale web della certificazione digitale) hanno tempo fino al giugno del prossimo anno per aggiornare le loro piattaforme, le Regioni invece possono lavorare fino al marzo del 2014 per dotare ospedali e strutture di hardware e software. Ma oltre alle scadenze, dal decreto arrivano anche indicazioni sull'assetto del sistema: per quanto riguarda i ricoveri, per esempio, l'azienda sanitaria comunica al Sac l'avvio della degenza e riceve dall'Inps un numero di protocollo unico (detto Pucir), che identifica la pratica e ne consente l'eventuale visione da parte di lavoratore e datore. Alla dimissione, il medico richiama la comunicazione attraverso il Pucir e certifica diagnosi più prognosi per la convalescenza. Il Sac riceve l'aggiornamento e l'Inps emette un nuovo protocollo (stavolta chiamato Puc) che permette la stampa dell'attestato da consegnare al paziente in dimissione. «I medici del Ssn hanno espresso già da tempo la loro disponibilità a certificare telematicamente» è il commento di Riccardo Cassi, presidente di Cimo-Asmd, «a patto ovviamente che questo non vada a scapito del proprio lavoro e che gli inserimenti siano fatti una volta per tutte, quindi principalmente all'accettazione dei pronto soccorso. I dubbi semmai riguardano la capacità delle Regioni di presentarsi in ordine alla scadenza prevista dal decreto. In generale gli ospedali sono già sufficientemente informatizzati, ma ci sono ancora buchi consistenti non solo per strutture, ma anche per reparti. E i costi di adeguamento che comporterà l'operazione rischiano di essere insostenibili in questo specifico momento

In G.U l'obbligo per le strutture ospedaliere al certificato di ricovero e fine ricovero telematico

certificato-medicoNews: DECRETO 18 Aprile 2012 Modifica al decreto 26 febbraio 2012 recante:" Definizione delle modalita tecniche per la predisposizione e l'invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al SAC." G.U N.128 del 4-06-2012
  

DECRETO 18 Aprile 2012
Modifica al decreto 26 febbraio 2012* recante:" Definizione delle modalita' tecniche per la predisposizione e l'invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al SAC."
G.U N.128 del 4-06-2012
Il Decreto intende regolare la comunicazione all'INPS di avvenuto ricovero sia la certificazione di fine ricovero/dimissione, contenente la prognosi, ad opera delle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate.
La messa a regime e' prevista per il 2014 ma il decreto precisa che nelle more dell'avvio a regime per tale nuova modalita' di certificazione da parte delle strutture ospedaliere viene applicato il disciplinare contenuto nel decreto del 26 febbraio 2010, ovvero che le strutture sanitarie rilascino il certificato telematico o, in assenza dei requisiti previsti, rilascino il certificato cartaceo al lavoratore.
NdR. *Refuso, presumiamo che si intenda "2010"
I
l testo si puo' leggere al link della Gazzetta Ufficiale