Sab21072018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Italia

NEWS ITALIA

REGIONI: rivedere mission Aifa e Agenas

agenas"Rivedere la missione delle agenzie sanitarie, in particolare dell'Aifa e dell'Agenas .Quest ultima con il tempo è diventata più uno strumento del Governo. Non possono essere enti che vivono di vita propria rispetto agli obiettivi che noi abbiamo, dovrebbero invece essere al servizio di tutti quanti". Cosi' Antonio Saitta della Conferenza delle Regioni in audizione alla commissione Igiene del Senato sul settore sanitario.

ELEONORA BOTTARO: la Corte d'Appello manda a giudizio i genitori hameriani

bottaroErano stati prosciolti dal giudice per le indagini preliminari Mariella Fino, «perché il fatto non costituisce reato»,i genitori di Eleonora Bottaro 18 anni, al tempo minorenne morta di leucemia a Bagnoli in provincia di Padova perché i suoi genitori avevano rifiutato le cure tradizionali e seguivano un metodo di cure alternative secondo le convinzioni dell'ex medico tedesco Ryke Geerd Hamer, la cui Nuova Medicina Germanica è in realtà una truffa.
Pero' il procuratore aggiunto Valeria Sanzani aveva presentato richiesta d'appello alla Corte d'appello di Venezia, in quanto non era il gup a doversi esprimere in maniera definitiva, perché molti elementi sarebbero potuti essere esaminati in dibattimento.
Cos' la stessa Corte d'Appello ha accolto la richiesta della Procura di Padova, rinviando a giudizio i coniugi Bottaro per omicidio colposo aggravato dalla previsione dell'evento.
Rimarcata in questo caso che non c'era ignoranza , ma la volontà di andare contro la medicina, sabotando con ogni mezzo i medici e tutti i loro tentativi di informare la giovane in merito alle varie scelte terapeutiche a disposizione.

VACCINI : Estate calda, tra nuove leggi e obblighi

vaccinazioneee thumb other250 250Si preannuncia un estate calda per le vaccinazioni e le leggi che la regoleranno, se da una parte il Ministro Grillo esprime tutta la sua contrarieta' su chi la definisce ministro NO-Vax , dall'altra il suo partito sta preparando una proposta di legge con un obbligo «flessibile» che ha tanto l'aspetto di una decisione politico-salomonica, per non scontentare la base elettorale insorta dopo l'ultima circolare sull'autocertificazione vaccinale per l'iscrizione a scuola.
I popoli della rete tanto cari all'omonimo Grillo senior e Co. Sono insorti rispolverando i migliori insulti delle grandi occasioni contro la casta e i poteri occulti. Nel frattempo si lavora alla proposta di legge-superamento Lorenzin con alla base l'obbligo «flessibile» preannunciato anche dal sottosegretario Armando Bartolazzi in una lettera aperta alla comunita' scientifica, visibilmente scritta a 4 mani, ma che riporta il passaggio del nuovo assetto vaccinale futuro targato 5 stelle.

La nuova legge si fondera' su due punti fondamentali

1)L'anagrafe vaccinale informatizzata modello Veneto per poter avere immediatamente la situazione sui livelli e coperture

2) La rimodulazione degli obblighi con "flessibilta" supportata sempre da un'adeguata, approfondita e mirata informazione e comunicazione ai cittadini

ANAGRAFE VACCINALE

Veneto e Puglia sarebbero i modelli da seguire per monitorare un rapporto tra quadro epidemiologico e coperture ma la necessita' è che il sistema sia nazionale e possa mettere immediatamente in evidenza eventuali anomalie patologiche o cali di coperture, visto che il nostro paese nel 2018 non ha un sistema nazionale degno di tal nome.

OBBLIGO VACCINALE:

Alla base di tutto un'adeguata, approfondita e mirata informazione e comunicazione ai cittadini e la rimodulazione dell'obbligo che potrebbe essere rivisto con scadenza triennale od ogni 5 con ampliamento delle coperture anche ad altre categorie particolarmente sensibili come gli operatori sanitari oppure a fasce di eta' differenti in caso di focolai epidemici.
Ri- modulati anche i vaccini con la possibilta' di levare dall'obbligo quello sul Vaiolo (non piu' necessario come annunciato da Bertolacci ) con l'obbligo che dovrebbe riguardare sole quattro vaccinazioni: antidifterite, antitetanica, antipoliomielite e antiepatite B come da proposta "Taverna" per modificare la legge 119/2017 Le altre risulterebbero «fortemente raccomandate», non si esclude pero' un inclusione anche per il vaccino contro il morbillo, visto che l'emergenza non è passata.
Una decisione che a detta della comunita' scientifica è un grosso passo indietro rispetto al decreto Lorenzin .
Il testo della nuova proposta pero' dovra' passare alla condivisione con la Lega, prima della presentazione in Parlamento, e qui puo' accadere di tutto in quanto se le posizioni del M5 stelle è su di una linea soft dalla lega arrivano segnali piu' radicali.

In tutto questo si pongono i free vax o meglio No- vax che hanno presentato una proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo: «Sospensione dell'obbligo vaccinale per l'età evolutiva», con firme da raccogliere entro il 2 Agosto reputando soft la proposta 5 stell- Taverna inneggiando all'abolizione completa dell'obbligo (fatto salvo ripristinarlo in caso di epidemia). come in Veneto, nel 2008. con le conseguenze drammatiche cha hanno poi portato alla reintroduzione dell'obbligo.
Resta alla base di tutto, che la decisione sulla questione dovra' tenere conto, non solo dei numeri ma anche della clinica immunologia , ovvero quanto è logico attendere epidemie per avviare una campagna vaccinale,quando la scopertura e l'epidemia sono due binari paralleli e non consequenziali ? E che certezza ci da una riapertura di una finestra su determinate patologie ritenute improbabili ma ancora presenti nel mondo globalizzato?? (Gia)

GIMBE: sotto la lente i ticket del 2017

ticket sanitariSotto la lente dell'Osservatorio GIMBE sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale i dati 2017 su ticket per farmaci e prestazioni specialistiche: quasi 50 euro pro-capite con rilevanti differenze regionali che richiedono la revisione dei criteri di compartecipazione alla spesa, il superamento del superticket e concrete politiche per incentivare l'uso dei farmaci equivalenti, il cui mancato utilizzo "pesa" sui ticket per oltre 1 miliardo.

LEGGI LA RELAZIONE


MMG E FARMACIE: Tavolo di lavoro Fimmg Federfarma per rafforzare l'alleanza tra le due categorie professionali

6462f1d3ce571673413ec4545f307474 249637Un tavolo tecnico interprofessionale con Federfarma e Fimmg per rafforzare l'alleanza tra le due categorie professionali più vicine ai cittadini. Designati Domenico Crisarà, componente dell'esecutivo nazionale e segretario regionale della Fimmg Veneto; Gennaro De Nardo, segretario Fimmg Catanzaro e Fabio Vespa, segretario provinciale Fimmg Bologna. Per il sindacato dei titolari di farmacia i delegati al tavolo sono Silvia Pagliacci, presidente del Sunifar Marco Bacchini, componente del Consiglio di Presidenza della federazione e Nicola Stabile, presidente di Promofarma. a breve sarà calendarizzata anche la prima riunione "Farmacisti e Medici di Famiglia sono i primi riferimenti dei cittadini sul territorio per ogni problema di salute. Inevitabile, dunque, un Tavolo per approfondire temi di comune interesse e, in particolare, per definire un modello di collaborazione tra medico di medicina generale e farmacia, che possa essere inserito nelle rispettive convenzioni. E' questa la vera novità che vede sempre più vicini Federfarma e Fimmg in un'alleanza a beneficio dei pazienti.
Cosi' l'anuncio dell'iniziativa da parte di Federarma

FORMAZIONE: Ministro Grillo revisioneremo il sistema di quella post laurea

concorsomediciUn messaggio a tutti i giovani medici che oggi hanno sostenuto il concorso per l'ammissione alle Scuole di specializzazione. Ragazzi, lo so, vi hanno creato un percorso di guerra per potervi formare. Ma tutto questo cambierà presto! " così il ministro della Salute Giulia Grillo dalla sua pagina facebook "Non lo avevamo ancora reso noto.... già nelle scorse settimane il Ministero della Salute ha iniziato a predisporre un gruppo di lavoro per la revisione del sistema di formazione medica post laurea, come previsto anche dal Programma di Governo. Da medico, ma ancora prima da cittadina, in questi anni ho assistito al disastroso spettacolo della mancanza di programmazione: insufficienti posti nei corsi di specializzazione e nella formazione in medicina generale, continui problemi concorsuali e progressiva perdita di organici nel nostro Servizio sanitario nazionale. Chi ci ha preceduto non ha saputo affrontare il problema in modo efficace. Noi oggi abbiamo tutta l'intenzione di farlo, agendo dai principi che governano il sistema. Non ci si può nascondere dietro un dito e tutti sappiamo che le condizioni di un giovane laureato in medicina in questo Paese sono tutt'altro che attrattive e spesso invogliano alla fuga all'estero, dove ci si può formare lavorando in un clima di rispetto e considerazione. Così dopo anni e anni di investimenti che questo Paese ha sostenuto per la vostra formazione troppi lo abbandonano.""Oggi la musica cambia. La formazione dei medici è al centro della mia attenzione." "La formazione per i nostri giovani deve cambiare e trasformarsi da percorso a ostacoli a percorso di opportunità e crescita. Nell'interesse di tutti. Appena approntati i primi passi di questo complesso e delicato percorso, coinvolgeremo tutte le rappresentanze per una condivisione delle strade percorribili per iniziare con i professionisti un percorso di riordino di cui l'Italia non può fare a meno."