Lun24092018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio REGIONE LAZIO: Disavanzo sanitario 2017 a 58 mln, gestione ordinaria nel 2018

News Lazio

REGIONE LAZIO: Disavanzo sanitario 2017 a 58 mln, gestione ordinaria nel 2018

 Regione-Lazio(2 GEN- Il SOle 24 Ore)   «Si dovrebbe chiudere con un disavanzo di 58 milioni di euro il bilancio sanitario della Regione Lazio». E' quanto ha detto l'assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, commentando l'approvazione del Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2016, il rendiconto consolidato di Giunta e Consiglio, il bilancio consolidato 2016 del Gruppo Regione Lazio, nonché l'assestamento del bilancio 2017-2019.
In relazione alle critiche mosse in merito ai tempi di uscita dal commissariamento, Sartore ha letto nell'Aula il deliberato firmato dal Governo con cui si assegna al Commissario ad acta, «il compito di proseguire le azioni già intraprese, al fine di procedere, ad esito della completa attuazione del programma operativo 16-18, al rientro nella gestione ordinaria entro il 31 dicembre 2018, nel rispetto della normativa vigente e della disciplina in materia di piani di rientro e dei deficit sanitari».
In merito ai timori per la tenuta dei conti regionali, a seguito del venir meno dell'extragettito derivante dagli aumenti dell'addizionale Irpef e dell'aliquota Irap che scattano per legge nelle regioni sottoposte al piano di rientro dal disavanzo sanitario, Sartore ha detto che «se tutti insieme siamo convinti che il bene di questa Regione è l'uscita dal commissariamento, non ci dobbiamo porre il problema dell'extragettito, perché si devono trovare le soluzioni nei programmi». Per Sartore «esistono tante soluzioni. È evidente – ha concluso - che prima o poi bisogna restituire questi soldi ai cittadini anche riducendo gli interventi sulla spesa».