Mer25112020

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio CORONAVIRUS: Fimmg Roma ogni pomeriggio resoconto di una giornata di USCAR intervista al Dott. Fabrizio Rossi

News Lazio

CORONAVIRUS: Fimmg Roma ogni pomeriggio resoconto di una giornata di USCAR intervista al Dott. Fabrizio Rossi

 medici-a-nerola thumb large300 300Da oggi, ogni pomeriggio, pubblichiamo il resoconto di una giornata di un medico di medicina generale nel suo studio e nella sua vita privata. Un medico che tutti i giorni è chiamato direttamente, con la sua faccia, a rispondere alle decine di telefonate, richieste, messaggi, ai quali non è sempre possibile dare una risposta. Dai certificati, ai consigli, alle rassicurazioni, alle ricette, ai malati cronici, ai preoccupati, agli anziani, ai febbrili, le giornate sono tutte uguali, iniziano la mattina alle 8 con le telefonate, i messaggi, i whatsapp, le mail, continuano con l'attività di ambulatorio, fatta di vaccinazioni, certificati, richieste di tamponi, quarantene, malattie, misurazione dell'ossigeno e della pressione e terminano intorno alle 22 come sono iniziate. IN tutto questo c'e' anche la famiglia, che subisce questo impegno continuo, che è preoccupata dal fatto che il marito o la moglie od il figlio o la figlia medici possano contagiarsi. Molti dormono sul divano, molti vanno in un'altra casa. Una situazione difficile. Se ne esce? Si', a condizione che si superi la logica dell'emergenza, che sino ad oggi sta scaricando compiti e funzioni sulle nostre spalle, senza capire che dall'oggi al domani non si puo' acquisire un modus operandi che da un a parte consenta di mettere in sicurezza l'operatore, dall'altra il paziente. L'uso delle protezioni, la conoscenza del loro utilizzo, le modalità di accesso e gestione, la gestione dei tamponi, la conoscenza della patologia e della terapia, non specifica ad oggi, da prescrivere. Questo il quotidiano dei medici di famiglia da mesi. Diamo voce questi professionisti che non hanno il tempo per andare ai talk show, offriamo anche ai nostri iscritti formazione sull'uso dei DPI, dell'ecografo, della diagnostica rapida, dei consigli utili su come minimizzare il rischio di contagio e di come potenziare la capacità diagnostica e terapeutica. Non serve molto tempo per acquisire le giuste competenze per poter gestire in sicurezza un paziente con la febbre, ma in considerazione che la buona pratica clinica si contraddistingue per essere fatta sempre con prudenza, perizia e diligenza, è necessario essere dotati delle competenze e delle conoscenze idonee al caso. Oggi intervistiamo Fabrizio Rossi, medico di Casalpalocco, che oltre l suo studio ed alla sua attività da medico di famiglia, da Marzo è sul campo contro il Covid. Domani intervisteremo invece chi opera nel suo studio e che da mesi, svolge la sua fondamentale attività nei confronti di malati che non hanno il Covid, ma altre malattie, che, purtroppo, continuano ad esistere.
------------------------------------------------------------------------------------
COVID , CARICA ANTIGENICA POTENTISSIMA IN QUATTRO DEI SEI POSITIVI INDIVIDUATI A FIUMICINO. PARLA FABRIZIO ROSSI MEDICO DELL'USCAR IN AEROPORTO.
"Ho a che fare con il coronavirus da marzo, si può dire che non ho passato giorno senza affrontarlo. Da Nerola ad Fiumicino dove sono stato oggi fino alle 14, è stata tutta una tirata. In questo periodo il virus è molto aggressivo sta prendendo una brutta piega, il carico antigenico è altissimo rispetto all'estate" Rossi è stato presso l'aeroporto di Fiumicino a coordinare l'Unità mobile oggi dalle 8 alle 14 "abbiamo effettuato 150 tamponi - dice - e scovato sei casi positivi . Quattro con valori molto elevatissimi, due più incerti che abbiamo sottoposto a tampone molecolare. Avranno la risposta tra 48 ore". Fabrizio Rossi è medico di medicina generale a Casalpalocco, opera regolarmente con le Uscar e in precedenza è stato nel gruppo di volontari inviati a testare le zone rosse del primo lockdown. Con altri sei colleghi gestisce l'ambulatorio medico di base che garantisce assistenza a circa 12 mila pazienti ogni giorno dalle 9 alle 19. La sua giornata di lavoro finirà tra le 19.30 e le 20. Dodici ore ininterrotte. "Alle 14 sono andato via di corsa dalla postazione dell'aeroporto - racconta . per fare una visita domiciliare urgente, poi sono arrivato qui in studio". La mole di lavoro è enorme, in media vengono fatte su due turni, 300 email tra richieste e prescrizioni domande . In media i pazienti visitati in sede sono 120 ogni giorno. Rossi è tra i 300 medici pronti a fare tamponi in studio e ecografia.Spero che già domani si firmi l'accordo con la Regione e ci vengano forniti gli strumenti necessari per fare i tamponi e l'ecografia. Così la nostra azione di screening, contrasto e interdizione del virus sarà molto forte. L'ecografo portatile è arma potentissima perché permette di individuare subito in modo precoce e con grande affidabilità se c'è un'infezione polmonare. "E' strumento fondamentale- spiega il dottor Rossi - per aumentare le possibilità di guarigione- Covid è in questo autunno, molto aggressivo, ma con le "armi giuste" tra le mani noi siamo più forti che a marzo.."