Mer10082022

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio MURI IMBRATTATI ALLO SPALLANZANI DAI NO VAX: FIMMG Roma ferma condanna per l'episodio e il gesto vandalico

News Lazio

MURI IMBRATTATI ALLO SPALLANZANI DAI NO VAX: FIMMG Roma ferma condanna per l'episodio e il gesto vandalico

 no vax spallanzani "Imbrattare i muri con vernice rosse e scritte offensive contro chi da anni ormai è in prima linea contro la pandemia in corso è un gesto vandalico, che va condannato senza se e senza ma. Chi lavora in quella struttura fa il medico o l'operatore sanitario o sta al fianco dei malati e dei familiari. Lo fa dall'inizio della pandemia, con spirito di servizio e generosità. in questi giorni sono avvenuti episodi uguali analoghi in Italia all'Ordine dei Medici di Bergamo e di Palermo." Lo dichiara la Fimmg Roma la Federazione dei medici di Famiglia della capitale
"Parlare contro i vaccini oggi significa negare l'evidenza che, grazie proprio ai vaccini, possiamo gestire una pandemia, che è ben lontana dalla fine visti i numeri di oggi. Lo Spallanzani è per l'Italia e per i medici e pazienti romani un riferimento per tutto quello che riguarda le patologie infettive, dallo Spallanzani partono le USCA-r Unità speciali domiciliari, fatte da medici di famiglia e giovani colleghi specializzandi in medicina generale, li' vengono effettuate le infusioni di. Monoclonali e farmaci specifici, che salvano al vita a migliaia di persone. Spiace immensamente vedere sporcata la facciata di un Istituto" conclude la Fimmg Roma "che si è messo al servizio totale della cittadinanza. Hanno voluto sporcare un simbolo ed insultare chi ci lavora. Ill vaccino non è un'ideologia, è un atto medico, viene sempre fatto nell'interesse di chi lo riceve, parlare di provax o novax è un fatto politico, noi medici non entriamo in materie ideologiche, ma agiamo in relazione alle evidenze scientifiche, nell'interesse della persona. Chi fa queste cose agisce contro la realtà e tutto fa meno che l'interesse generale."