Ven18082017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio

NEWS LAZIO

CURE DOMICILIARI: Regione Lazio, un'assistenza migliore per i cittadini

ospedale thumb250 250Cure domiciliari, assistenza e cure migliori per i cittadini. Spesso in famiglia capita che ci sia una persona anziana, che ha bisogno di assistenza a casa: sono situazioni non facili e per questo dai prossimi mesi, grazie a un nuovo decreto, la Regione estende l'assistenza domiciliare a 11mila pazienti in più. L'obiettivo è quello di garantire nel 2018 assistenza domiciliare integrata e qualificata a 30mila 500 soggetti oltre 65 anni, pari al 2.5% della popolazione interessata. Incrementa di 11 mila anziani la platea di quelli che già usufruiscono del servizio. La popolazione oltre i 65 anni nel Lazio è pari a oltre un milione e 200mila persone. Già nel 2016 il numero degli anziani over 65 assistiti a domicilio ha fatto registrare un grado di copertura maggiore assicurando l'assistenza a 3.000 persone in più rispetto al 2015. Significa cure migliori e più tranquillità per i pazienti e per le loro famiglie. Era un'altra delle grandi criticità della nostra sanità ma anche in questo caso stiamo intervenendo. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

AUTOCERTIFICAZIONE MALATTIA: Fimmg Lazio bene la proposta di emendamenti del Senatore Romani in linea con quanto da noi proposto

corongiu44COMUNICATO STAMPA Soddisfazione ha espresso la la Fimmg Lazio dopo aver appreso le parole del Senatore Romani, estensore della proposta di legge sull'autocertificazione dei primi 3 giorni di malattia, rese oggi alla testata telematica MD Digital , dove annuncia emendamenti di modifica per evitare che il medico diventi un "postino" nella trasmissione delle autocertificaioni. " E' un passo avanti che allineerà l'Italia ad altri P aesi avanzati ",dichiara Maria Corongiu, segretario regionale della Fimmg Lazio, "il lavoratore deve essere messo nella condizione di poter gestire in autonomia un momentaneo impedimento al lavoro, con una finestra temporale stretta, mentre l'Inps è in grado già oggi di recepire in piu' modi la segnalazione e poterne verificare l'autenticita' attraverso metodiche statistiche". "Ci fa estremamente piacere che abbia prevalso la logica e che le nostre segnalazioni possano servir e per snellire le procedure sia per il cittadino che per i medici gia tanto oberati dalla burocrazia ormai imperante". "Ora,parallelamente a questo provvedimento che ci auspichiamo approvato in tempi brevi, anche se il Senatore Romani ha avvisato che si è all'inizio dell'iter parlamentare", conclude Maria Corongiu " sarebbe opportuno per ben continuare il cammino intrapreso individuare anche misure incentivanti il buon comportamento dei lavoratori, come alcuni Stati già fanno, insomma premiare i comportamenti seri e corretti e perseguire invece chi in modo fraudolento per proprio interesse inganna oltre l'intera collettività anche il proprio medico."

VACCINI: Asl Roma 3, dal 19 giugno 2.793 prenotazioni telefoniche

vaccinos thumb medium250 250(OMNIROMA) - «Dal 19 giugno sono stati 2.793 gli appuntamenti rilasciati agli utenti della ASL Roma 3 residenti nel Comune di Fiumicino e nei Municipi X, XI e XII di Roma che hanno potuto prenotare telefonicamente senza costi aggiuntivi l'appuntamento per le vaccinazioni obbligatorie». Lo scrive in una nota la Asl Roma 3. «Il raggiungimento di un numero così elevato è stato possibile grazie all'attivazione del numero verde che risponde con personale esperto il lunedì dalle ore 8.30 alle 13.00 e dal martedì al venerdì dalle ore 14.00 alle 18.00. Per facilitare i genitori alle procedure per le iscrizioni per l'anno scolastico 2017-2018, sul sito della ASL Roma 3 è disponibile il modello di »Autocertificazione di avvenuta prenotazione per effettuare le vaccinazioni obbligatorie« da presentare in alternativa alla certificazione di avvenuta vaccinazione agli istituti scolastici. La Asl Roma 3, nella consapevolezza che in questa fase iniziale non è stato possibile per tutti gli utenti usufruire agevolmente del servizio di prenotazione, soprattutto a causa dell'enorme flusso di chiamate, rassicura gli utenti che sono in atto nuove procedure organizzative che consentiranno l'accesso al numero verde con modalità e tempi ancora più rapidi»

INFLUENZA: Regione Lazio, ‘quest’anno vaccinati 56 mila cittadini in piu’

influenz2"Sono stati 56 mila in più rispetto alla campagna 2015/2016, i cittadini di Roma e del Lazio che si sono vaccinati contro l'influenza. I dati a consuntivo della stagione antinfluenzale 2016/2017 registrano la distribuzione ad altrettanti cittadini di 886 mila e 105 dosi di vaccino. La crescita è stata uniforme in tutte le Aziende sanitarie con un incremento di 4.000 vaccinati in più nelle Asl 3 (Ostia) e Latina. Inoltre, in merito alle vaccinazioni obbligatorie, la Regione Lazio grazie all'accordo tra le Asl e l' Ufficio scolastico regionale ha scelto di prevenire ed evitare i disagi per le famiglie. L'intesa, infatti, prevede che la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie per la popolazione da 0 a 16 anni sarà acquisita attraverso un rapporto diretto fra scuole e Asl.

FARMACI: Regione Lazio, la Fimmg regionale dice NO al piano terapeutico da compilare per il MMG, infranta anche la legge sulla privacy, a rischio i dati sanitari dei pazienti.

listeattesaStiamo ricevendo in queste calde ore estive il non piacevole DCA sulla farmaceutica dove si prevede che i medici di medicina generale debbano compilare una scheda regionale, simile al Piano Terapeutico, per tre farmaci, associazione olmersartan-amlopidiina, rosuvastatina e colecalciferolo.
Tale scheda non è mai stata presentata alla nostra organizzazione ne' condivisa in alcun tavolo istituzionale,non  ne' se ne è avuta notizia alcuna prima dell'emanazione del DCA stesso. Ciò che si sapeva, avendolo comunicato il Servizio Farmaceutico in corso di un Comitato Regionale, era che alcuni indicatori come per esempio quelli riguardanti la finasteride non sarebbero stati più contemplati, mentre altri farmaci sarebbero stati posti sotto osservazione per un aumento della spesa farmaceutica, in particolare si registra un'impennata della spesa per il colecalciferolo, prevedendo una scheda simile a quella in uso per gli Inibitori di Pompa Protonica ad uso degli specialisti in fase di dimissione ospedaliera o dopo visita ambulatoriale. Tale e sola informazione ci è stata data.
Per nostro conto in tale occasione si fece presente l'importanza della formazione chiedendo inoltre alla Regione di spedire alle CAPD i documenti scientifici riguardante i farmaci in oggetto.
Con grande sorpresa invece e con altrettanta strabiliante velocità ci sta pervenendo un DCA che ci chiama in causa senza condivisione.
Pertanto non essendo stato siglato alcun accordo in merit,o il DCA assume scarso se non nessun rilievo per quanto riguarda la Medicina Generale.
Oltre la compilazione di tali schede del tutto ridondante per il MMG già strettamente tenuto all'osservanza delle note AIFA si richiede anche un invio della scheda per e mail al servizio farmaceutico, invitiamo i Colleghi a non esporsi alle ire del Garante della Privacy, la scheda contiene dati sanitari che mai, in alcun caso ne' in alcun modo possono viaggiare attraverso il normale servizio mail in quanto possono essere oggetto di pirateria informatica sanitaria. Stupisce che una Istituzione induca i Medici in tale gravissimo errore per cui sono previste multe onerosissime.

La straordinaria efficienza che le ASL stanno dimostrando inviando a tutta velocità il decreto ai medici di medicina generale vorremo vederla applicata in altre situazioni, disservizi dei CUP, Liste di attesa, governo della prescrizione da parte dei Colleghi Ospedalieri, saremmo curiosi infatti di sapere se con la stessa efficienza sono state informate le strutture ospedaliere e se a distanza di 14 anni dalle principali norme di prescrizione e di 5 anni dalla emanazione della ricetta prima elettronica poi dematerializzata le strutture siano in regola con le Leggi.

Altrettante misure di azioni rapide vorremmo vederle in merito al malfunzionamento del portale al regionale che impedisce l'accesso ai medici da ormai due mesi, al disservizio CUP, al mancato allineamento delle strutture ospedaliere con il nuovo Catalogo Unico regionale delle prestazioni.

Oltretutto si profilano anche termini di illeggittimita' del provvedimento.

Consigliamo quindi e invitiamo tutti a continuare a prescrivere secondo le note AIFA e la buona pratica.

FIMMG LAZIO

IL TESTO DEL DCA SULL'APPROPRIATEZZA

AMATRICE: Il medico di famiglia torna ad abitare in una casetta mobile

terremoto thumb250 250ROMA – Ha percorso per quasi un anno piu' di 100 chilometri al giorno di strade interne, tra andata e ritorno, tra scosse e neve, per riuscire a curare i suoi pazienti. Adulti, giovani e anziani che, nonostante lo sciame sismico e tutto il disagio della vita nei campi base, nelle roulotte e, ora, nei moduli abitativi, avevano scelto di restare in paese. Ma da oggi la sua famiglia avra' una casetta mobile e Amatrice tornera' a ospitare il suo medico di base residente, grazie al modulo donato dall'associazione "La Via del Sale onlus".
"La famiglia della dottoressa aveva la casa distrutta e si era spostata a L'Aquila – racconta Eleonora Rossetti, responsabile della comunicazione della Onlus -. Per mesi lei ha dovuto fare tutta quella strada e il suo non e' un lavoro qualsiasi: ci sono i turni, ci sono le chiamate di emergenza. Qualche tempo fa ci ha scritto una mail per chiederci aiuto e ci siamo subito messi al lavoro per cercare una soluzione. Ora, finalmente, grazie alle donazioni che sono arrivate, siamo riusciti a comprare la casetta che consegneremo nel pomeriggio". Per "La Via del Sale Onlus" si tratta della casetta numero 24.

AUTO DICHIARAZIONE DI MALATTIA:Fimmg Lazio Bene l'apertura ma prevedere sistemi snelli per attuarla, le proposte per eventuali emendamenti.

inps thumb large300 300(COMUNICATO STAMPA)  Auto dichiar azione di malattia per i primi 3 giorni l'ok arriva dalla Fimmg Lazio che accoglie con soddisfazione la proposta in discussione al Senato per istituire l'autocertificazione per i primi 3 giorni di malattia. "E' una proposta che da anni stiamo portando avanti, ma mancava la volonta' politica di affrontare il tema, siamo felici che la stessa sia arrivata e si coglie l'occasione per ringraziare i senatori Romani,Bencini,Di Biagio,Zin,Fucksia , Bignami, Zizza, Palermo, Cuomo , Simeoni e Mastrangeli,incoraggiandoli a continuare il cammino intrapreso ed eventualmente ad
individuare misure incentivanti il buon comportamento dei lavoratori, come alcuni Stati già fanno.
" Questo il commento di Maria Corongiu,Segretario Regionale della FIMMG Lazio. "L'apertura verso la semplificazione però dovra' prevedere sistemi di acquisizione snelli delle autodichiarazioni che non implichino il coinvolgimento del medico, altrimenti la cosa avrebbe poco senso, infatti se il cittadino si presenta nello studio per autodichiarare tanto vale certificare, Occorre pertanto introdurre sistemi anche automatici attraverso il web (sfruttando le attuali credenziali gia' distribuite ai cittadini sul sito dell'INPS) o la modalità telefonica (call center) attraverso cui il cittadino possa agevolmente e autonomamente dichiarare la sua assenza per malattia in modo rapido e veloce, oltre alla possibilità già prevista dal disegno di legge di acquisire la dichiarazione di assenza direttamente tramite il datore di lavoro. Per questo abbiamo inoltrato alle istituzioni preposte tali considerazioni," continua il segretario Corongiu-"confidando nella presentazione di emendamenti migliorativi del Disegno di Legge . " Un plauso quindi dei medici di famiglia a questa apertura, con la speranza che in corso dell'iter parlamentare, che auspichiamo breve, possano essere apportate quelle innovazioni che allineino il nostro paese a tanti altri in Europa e nel Mondo.