Dom25062017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio

NEWS LAZIO

ZINGARETTI: Presto accordo con la gdf per i controlli amministrativi nelle asl del lazio

guardia-finanza2ROMA (ITALPRESS) - "Firmeremo a breve in tema di sanita' un protocollo d'intesa che permettera' alla Guardia di Finanza di avere una presenza e una collaborazione costante in tutte le Asl rispetto a tutte le dinamiche amministrative. Ci stiamo lavorando e mi auguro che nelle prossime settimane possa essere sottoscritto". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dando un'anticipazione del prossimo accordo con la Guarda di Finanza in materia di controlli nell'ambito della sanita', a margine del protocollo d'intesa firmato con il procuratore generale della Corte di Appello di Roma, Giovanni Salvi, contro l'abusivismo edilizio.

AMBULATORI WEEK END: puo' essere istituita una nuova postazione se gli accessi superano le 90 unita' nel fine settimana

Ambufest logoPuo' essere istituita una seconda postazione negli ambulatori di cure primarie aperti nei festivi e nei week end se gli accessi superano le 90 unita' Questo il contenuto della Circolare 216833 del 2.5.2017 della Regione Lazio indirizzata a tutte le direzioni generali delle ASL . il provvediemento per ridurre i tempi di attesa dei cittadini che afferiscono alle suddette strutture

SCARICA LA CIRCOLARE

CANNABIS: Al via la prescrizione nel Lazio per quella terapeutica

cannabisCon la pubblicazione del decreto del commissario ad acta della sanità n. 151 del 21 aprile scorso che ha come oggetto le «modalità di erogazione dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche». Pertanto anche il Lazio applica e regolamenta la somministrazione della cannabis terapeutica. La cannabis sara' prodotta nello stabilimento militare a Firenze la Regione arriva dopo altre dieci che hanno già messo in pratica quanto previsto dalla normativa dello Stato.

IL TESTO DEL DECRETO

Trasmissione DCA.pdf

POS LAZIO: cambiano i riferimenti per l'accesso al via il nuovo sito www.salutelazio.it

AppDal 24 Aprile la Regione Lazio ha cambiato l'accesso ai sevizi per i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta ed i medici prescrittori prima allocati su POS LAZIO spostandoli sul sito www.salutelazio.it. La stessa Regione ha comunicato che per l'accesso lo username (il proprio codice fiscale) e la password rimarranno invariati.
Ci saranno ea ttualmente ci sono delle malfunzioni che stiamo monitorando, e comunicando alla Regone, malfunzionamanti che  nei prossimi gioni saranno sicuramente risistemati.

VAI AL NUOVO ACCESSO SUL SITO DELLA REGIONE


PIANO NAZIONALE VACCINI: Circolare con le prime indicazioni operative per l'applicazione nella Regione Lazio

vaccinoterNella Circolare della Regione Lazio del inviata a tutte le direzioni generali delle ASL e a tutti le direzioni sanitarie sono riportate le "Prime indicazioni operative riguardanti l'attuazione del PNPV 2017- 2019". Il tutto con la preghiera di informare in modo rapido e capillare tutti i servizi vaccinali e i professionisti sanitari coinvolti a qualsiasi titolo nella comunicazione all'utenza sul tema delle vaccinazioni.

IL TESTO DELLA CIRCOLARE

TRIENNIO DI FORMAZIONE : Bando di concorso per 70 posti per il periodo 2017-2020

concorsoSul Bollettino ufficiale della Regione Lazio n.31 del 18Aprile 2017 è stato pubblicato il bando di concorso per n.70 posti per medici al corso di formazione specifica in medicina generale 2017-2020.
La domanda di ammissione, redatta in carta semplice secondo il modello deve essere spedita, esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, alla Regione Lazio, Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali, Area 11/42, via R.R. Garibaldi 7, 00145 Roma, entro il termine perentorio di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. che avverrà il 9 maggio 2017 sulla GU– Serie IV Speciale – Concorsi ed Esami n. 35 pertanto da questa data l'ultimo giorno utile per l'invio delle domande di partecipazione al concorso in oggetto sarà, quindi l'8 giugno 2017.

IL TESTO DEL BURL

MORBILLO: Roma e il Lazio nella black list Usa: è una zona a rischio

morbillo(Affaritaliani) di Luca Lotti In Italia la regione del morbillo è il Lazio: dall'inizio dell'anno il virus ha colpito 430 persone su 1603 totali. Praticamente un quarto del totale e questo dato ha contribuito in modo pesante al nostro inserimento nella "black list" dei paesi a rischio, da parte delle autorità sanitarie degli Stati Uniti.
Una nota negli 'Avvisi ai viaggiatori' dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie di Atlanta, ha infatti incluso per la prima volta l'Italia tra i Paesi nei quali usare precauzioni, a causa dell'aumento di focolai epidemici della malattia esantematica.
Il bollettino settimanale dell'Istituto superiore di sanità dello scorso 19 aprile racconta che solo il Piemonte presenta dati epidemici vicini al Lazio con 401 casi, seguono Lombardia e Toscana con piu di 200, e il Veneto con l'Abruzzo con oltre 90. Nel resto del Paese l'epidemia non c'è. Secondo i medici di medicina generale numeri così importanti nel Lazio segnalano due problemi: l'esistenza di una platea aggredibile dal virus più ampia delle altre regioni a causa della confusione indotta nei cittadini dalle polemiche del fronte antivaccini e la debolezza strutturale del sistema vaccinale regionale non in grado di arginare in modo adeguato la diffusione del virus. Nel Lazio infatti è possibile, da sempre, vaccinarsi contro morbillo e rosolia solo nei centri delle Asl e non negli studi dei medici di famiglia e dei pediatri, una strettoia organizzativa che insieme all'incertezza ha provocato una falla di grande nella diga delle prevenzione.

I casi in aumento vertiginoso
Dal 28 marzo, data del primo bollettino al 19 aprile quando è uscito il quarto, i casi nel Lazio sono aumentati di 160 unità passando da 270 a 430. Con una media di 40 nuovi casi a settimana. Un trend da epidemia vera e che non accenna a diminuire. Ad essere colpiti nel 57% dei casi giovani da 15 a 39 anni, il 27% invece riguarda bambini da 0 a 14 anni e il restante 16% è costituito della fascia di età tra i 40 a 64 anni.
Gli operatori sanitari colpiti sono stati 152. "E' evidente - dice Pierluigi Bartoletti vice segretario nazionale della Fimmg , la maggiore organizzazione dei medici di medicina generale in Italia - che c'è un problema di accesso alle cure e questo produce un tasso di vaccinazione più basso che può spiegare questa recrudescenza così rilevante del morbillo. Penso che il sistema vaccinale regionale necessiti di un ripensamento nel segno della flessibilità a favore dei cittadini e cioè valutare il coinvolgimento dei medici di base e dei pediatri per potenziare la rete di prevenzione".

Negli States il morbillo eliminato dal 2000
Forse l'ora di un ripensamento è giunta nel Lazio in Italia ma anche in Europa per debellare definitivamente il morbillo e rosolia. Negli Stati Uniti queste malattie infettive sono state cancellate nell'anno 2000, sconfitte in tutte le Americhe nel settembre 2016, eliminate dal continente americano dopo 22 anni di sforzi e battaglie per aumentare le vaccinazioni delle popolazioni interessate. E invece siamo qui nel 2017 insieme a Germania e Belgio alle prese "focolai attivi di infezione" quasi da meritare la quarantena.