Ven18082017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio

NEWS LAZIO

IDI: crac milionario, a Roma 24 rinviati a giudizio al via il processo

idi(di Marco Maffettone) (ANSA) -MAG - Per il dissesto milionario delle casse dell'Idi, Istituto Dermopatico dell'Immacolata, in 24 dovranno affrontare un processo. Lo ha deciso oggi il gup di Roma comminando anche due condanne in abbreviato e dando il via libera ad una decina di patteggiamenti. Le casse dell'Istitutosecondo l'accusa furono oggetto di una sistematica attività di saccheggio tra il 2007 ed il 2012. Tra i rinviati a giudizio anche padre Franco Decaminada, consigliere delegato dell'Idi già incaricato della gestione del comparto sanità fino al dicembre 2011. Il processo è stato fissato al prossimo 16novembre davanti ai giudici della nona sezione penale.
La procura contesta, a seconda delle posizioni, la bancarotta fraudolenta, l'emissione e utilizzo di fatture false e l'occultamento di scritture contabili e riciclaggio. Tra i rinviati a giudizio anche Domenico Temperini, ex amministratore di Idi-Farmaceutici nonché direttore generale pro-tempore di Idi-Sanità, e Antonio Nicolella, ex membro del Cda del Consorzio Servizi Ospedalieri. Tutti, a cominciare da Decaminada, furono arrestati nell'aprile del 2013. Il gup Fabio Mostarda ha anche disposto una assoluzione e alcuni proscioglimenti su reati oramai prescritti. Gli abbreviati riguardano Pio Bastoni, rappresentante legale di una società, condannato a 3 anni e 4 mesi per bancarotta e Carmelina Santagati, anch'essa rappresentante di una società, condannata ad 1 anno e 8 mesi per lo stesso reato. Assolto, invece, Mario Russo, amministratore unico di un'altra azienda, che era accusato di un reato tributario. Numerosi gli episodi di distrazione dei fondi ai danni della  Congregazione citati nel capo di imputazione. L'inchiesta prese le mosse da un esposto nel quale  alcuni dipendenti dell'Idi lamentavano il mancato versamento degli stipendi e segnalavano una serie di incongruenze nella gestione amministrativa della struttura sanitaria. Gli accertamenti, nel maggio
2013, sfociarono in un maxisequestro di beni per sei milioni di euro riconducibili a Decaminada e Temperini. Un passivo patrimoniale pari a circa 845 milioni di euro, distrazioni di disponibilità per  oltre 82 milioni di euro, un indebito utilizzo di fondi pubblici per oltre 6 milioni ed un'evasione fiscale di oltre 450 milioni di euro: è quanto accertato dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza nel corso delle indagini svolte dal pm Giuseppe Cascini.

FORLANINI: La Regione affitta a privati una fetta del Parco

forlanini( Online news 27 MAG)- E' ’ stato pubblicato sul BURL l’Avviso pubblico per la concessione in locazione nei mesi estivi, da giugno a settembre, dello spazio verde antistante l’ingresso principale dell’ex Ospedale “Carlo Forlanini”. Lo rende noto la Regione Lazio. La procedura avviata intende mettere a disposizione di soggetti pubblici o privati e dotati di personalità giuridica una porzione di circa 13.000 mq del giardino antistante l’ingresso di Via Ramazzini, per svolgervi una o più iniziative commerciali di carattere culturale, sportivo e per il tempo libero compatibili con il pregio ambientale e architettonico del sito. L’iniziativa, spiega la Regione, “è finalizzata a incentivare forme sostenibili di valorizzazione economica e sociale dell’ex Complesso Ospedaliero ed è destinata a contribuire alla riscoperta e alla riconversione funzionale del bene a servizio di operatori economici e cittadini”.
Le domande di partecipazione all’Asta dovranno pervenire entro l’8 Giugno 2017 secondo le modalità contenute nell’Avviso consultabile sul sitoPer aggiudicarsi l’Asta, si legge nell’avviso, i soggetti dovranno offrire il migliore canone di locazione in aumento sull’importo a base d’asta fissato in 187,63 euro al giorno. La durata minima della locazione temporanea è di 60 giorni naturali e continuativi da conteggiarsi al netto dei giorni necessari per gli interventi di delimitazione e approntamento dei servizi. Il canone di locazione minimo inderogabile da corrispondere è pari ad 11.258,00 euro. La corresponsione del canone, per l’importo di aggiudicazione, avverrà al termine della locazione e sarà commisurato all’effettiva durata dell’utilizzazione non inferiore a 60 giorni, nel periodo dal 1 giugno al 30 settembre 2017, al netto dei giorni necessari per gli interventi di delimitazione dell’area e l’istallazione dei presidi di sicurezza e delle attrezzature di servizio.

COOPERAZIONE APPLICATIVA : Pubblicato il decreto al via le domande di adesione, ufficializzata la ricetta dematerializzata dal 2 maggio

sanità-digitale-1Pubblicato il decreto del commissario ad Acta prot. 265112 prot. 25-05-2017 che riporta l'accordo tra le OSS e la Regione sulla cooperazione assistita da ora è possibile presentare le domande per ottenrere i rimborsi previsti.
Nello stesso decreto L'avvio ufficiale della dematerailizzata per la spcialistica e la possibilta' di dematerailizzare pure per i sostituti.

IN ALLEGATO:

Il testo del Decreto


IRCCS: firmato protocollo tra Regione Lazio e Universita' 'Tor Vergata'

ospedalemediciRoma, (AdnKronos) - Il Presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti e Il Rettore dell'Università degli Studi di Roma ''Tor Vergata'', il professor Giuseppe Novelli hanno sottoscritto questo pomeriggio il nuovo Protocollo di Intesa sul Policlinico Tor Vergata (PTV), avviando di fatto il percorso di riconoscimento dell'ente come IRCCS - Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. L'accordo interviene a un anno di distanza dalla preintesa del 13 luglio 2016 tra l'Università e la Regione, e pone le basi per un innovativo sistema di cooperazione istituzionale tra i settori della ricerca e della didattica e quello dell'assistenza, affrontando le molteplici questioni sul campo, dal superamento della sperimentazione gestionale al potenziamento dell'emergenza urgenza, dai rapporti con il personale universitario sino agli aspetti economici e patrimoniali dell'integrazione tra università e SSR. ''Oggi abbiamo sottoscritto un accordo importante e attesa da troppo tempo - ha spiegato il Presidente della Regione Lazio,Nicola Zingaretti - un protocollo che mette ordine in una materia di fondamentale importanza come quella che regola i rapporti tra la Regione Lazio e i Policlinici Universitari. L'università di Tor Vergata rappresenta un grande eccellenza nel panorama della sanità e della ricerca. Era dunque fondamentale regolamentare le modalità di collaborazione tra Università e Regione proprio perché a giovarne saranno didattica, ricerca, formazione e soprattutto la tutela della salute pubblica'''Con l'intesa di oggi si chiude un'epoca e si pongono finalmente le basi per una regolazione attenta e innovativa dei rapporti tra mondo universitario e sanità, che mette al centro la tutela del cittadino e il suo benessere, grazie alla sinergia tra ricerca scientifica e prestazione assistenziale'' ha dichiarato il Rettore dell'Università degli Studi di Roma ''Tor Vergata'', Giuseppe Novelli. ''Occorre già da ora guardare oltre: la prossima importante meta che abbiamo dinanzi, ovverosia il riconoscimento dell'ente come IRCCS, consentirà di certificare definitivamente il grande valore delle risorse professionali che si dedicano costantemente a fare del PTV un'eccellenza, e la lungimiranza di tutte le amministrazioni coinvolte nella complessa operazione, Regione, Università e Ministeri, che hannocostantemente creduto in tale valore. Rispetto ai risultati di oggi, alle prime va il mio immediato ringraziamento per la pazienza che hanno saputo infondere nell'attesa; alle seconde per la fiducia con cui hanno condotto l'operazione nei passaggi meno semplici'' ha concluso.

FIMMG LAZIO : conferenza organizzativa

medicofamiglia thumb medium250 250Sabato 27 Maggio alle ore 9.00 presso la Sala Conferenze Shangri La Hotel -Viale Algeria, 141- 00144 Roma avra' luogo la Conferenza organizzativa Fimmg Lazio dal titolo:
"Condividere per migliorare"

L'evento sara' l'occasione per discutere assieme a tutti i direttivi regionali sulle iniziative da intraprendere alla luce del prossimo avvio delle trattative per la costutzione del prossimo accordo regionale l'invito è riservato a tutti i quadri dirigenziali Fimmg e agli iscritti Fimmg delle sezioni del Lazio

Il programma si svolgera' nel seguente modo

8.30-9.00 Registrazione partecipanti

9.00-9.15 Introduzione alla giornata
Vice Segretario Nazionale Vicario Pier Luigi Bartoletti

09.15 Inizio lavori plenaria

10.15 Organizzazione dei Focus Group

13.00 Il documento di consenso
Segretario Regionale Maria Corongiu

13.30 Chiusura lavori
Vice Segretario Regionale Vicario Giovanni Cirilli

GENTILONI: il Lazio può uscire dal commissariamento

ssn«Si può uscire da una condizione di difficoltà e si può candidare il Lazio a essere una Regione che può uscire dalla condizione del commissariamento verso la normalità». Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, nel corso della visita al cantiere dell'Ospedale dei Castelli romani. «Servirà comunque - ha aggiunto - una gestione trasparente, il contenimento dei conti. Ma si volterà pagina e il governo ha tutto l'interesse a collaborare in questa direzione».

VACCINI: Il M5S fa bocciare una mozione sull'obbligo dei vaccini in nidi e materne al Comune di Roma

grillomovimento thumb other250 250E' stata bocciata in Aula Giulio Cesare, con 21 astenuti e 8 voti favorevoli, una mozione del Pd che prevedeva l'impegno per la sindaca Virginia Raggi a divulgare con urgenza il nuovo piano nazionale delle vaccinazioni 2017-2019 e richiedere per il prossimo anno scolastico l'obbligatorietà delle vaccinazioni per accedere a nidi e scuole dell'infanzia della città.
La mozione sottoscritta da tutti i gruppi chiedeva, come ha spiegato la consigliera dem prima firmataria, Valeria Baglio, "l'obbligo delle vaccinazioni per la partecipazione a nidi e scuole d'infanzia comunali, come prevede la proposta del Consiglio regionale; il sindaco è autorità sanitaria locale e ha la possibilità di farlo. Inoltre chiediamo la promozione del piano già approvato e la sensibilizzazione della città alla cultura dei vaccini. Non si va contro nessuna normativa".
"Fermo restando che la materia non è di competenza dell'ente comunale - ha detto il consigliere M5S Pietro Calabrese - in attesa della definizione del quadro normativo nazionale, perché c'è un decreto ministeriale che verrà discusso a breve, ci asterremo".