Sab21072018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio

NEWS LAZIO

VACCINI. Zingaretti, raccomandazioni non bastano , serve l’obbligo

vaccini44 thumb other250 250"Non basta la raccomandazione sui vaccini per tutelare la salute pubblica, come dice il Movimento 5 stelle". Così Nicola Zingaretti, Governatore uscente della Regione Lazio intervenendo questa mattina a Non Stop News su Rtl 102.5. "In quest'ottica poi ci sono sfere che riguardano l'interesse di tutti, allora la sicurezza di tutti deve prevalere sul singolo. Non basta la raccomandazione per tutelare la salute pubblica. Ci vuole l'obbligo. Anche perche' se scoppia emergenza poi non si deve dire, dovevamo pensarci prima"

ACCORDO REGIONALE LAZIO: la circolare applicativa

medicoLa Regione Lazio ha diffuso la circolare applicativa GR-11 44 con le prime istruzioni operative l'accordo regionale sottoscritto dalla OOSS e pubblicato l' 11 Gennaio sul Burl (leggi QUI)

SCARICA IL TESTO


FIMMG LAZIO: ottimo il raggiungimento del 97 % delle coperture vaccinali nella Regione

vaccini44COMUNICATO STAMPA "Il 97 % delle coperture vaccinali nella nostra Regione è un ottimo obiettivo da mantenere nel tempo ed una messa in sicurezza contro le malattie che pericolosamente si stavano riaffacciando" questo il commento di Maria Corongiu Segretario regionale della Fimmg Lazio alla notizia diffusa in queste ore dalla Regione Lazio del raggiungimento del 97% delle coperture vaccinali per quelle obbligatorie dopo l'introduzione della Legge Lorenzin sui vaccini. "In un momento in cui si leggono sterili polemiche sulla necessita' di un obbligo, questo risultato parla chiaro e dimostra l'efficacia di un provvedimento." "Dobbiamo anche correttamente dire che i bambini non vaccinati alla data del 10 marzo 2018 ma prenotati per l'effettuazione delle vaccinazioni presentano il requisito d'accesso e di conseguenza possono frequentare. Qualsiasi altra posizione costituisce non solo violazione della Legge ma sopratutto interferisce con gli obiettivi in essa contenuti di aumentare le coperture vaccinali al fine della tutela collettiva della salute. Ricordiamo anche che i certificati vaccinali saranno trasmessi direttamente dalle ASL alle scuole." "In tutto questo non dimentichiamo di sottolineare l'importanza delle vaccinazioni anche nell'adulto," conclude Maria Corongiu " Sopratutto nei soggetti a rischio per concomitante patologia cronica, come per esempio la vaccinazione contro l'Influenza di cui vediamo attualmente purtroppo l'impatto pesantissimo nella popolazione, contro le malattie da Pneumococco, che spesso sono complicanza dell'Influenza, contro l'Herpes zoster, senza dimenticare i richiami per Tetano, Difterite, Pertosse."

SETTECAMINI: Al via l'ambulatorio weekend e festivi

ambulatorio-settecaminiIl nuovo ambulatorio si trova in via Rubelia 2 a Roma, zona Settecamini: offre servizi importantissimi come lo sportello polifunzionale (CUP), il Centro Prelievi, il programma di screening del colon retto, l'ambulatorio di cardiologia e l'ambulatorio infermieristico ed altre attività si aggiungeranno nei prossimi mesi."Arriviamo a quota 30 ambulatori aperti nei weekend e festivi." Ha dichiarto il presidente Nicola Zingaretti "Questi anni non sono stati solo quelli del risanamento, ma anche quelli della costruzione di nuove reti e di nuovi servizi. Gli ambulatori aperti nei fine settimana e nei festivi sono stati una delle grandi innovazioni che abbiamo portato nel Lazio, grazie all'accordo con i medici di medicina generale. Ora, sempre con i medici di medicina generale, facciamo un passo in più: da quest'anno i poliambulatori saranno infatti aperti anche nei prefestivi."

VACCINI: Regione Lazio la copertura per quelli obbligatori arrivata al 96°%

vaccinomedico thumb250 250"Il tasso di copertura dei vaccini obbligatori nella città di Roma e nella regione Lazio per polio, difterite, tetano, pertosse, epatite B, haemophilus influenzale di tipo B (esavalente) ad oggi sfiora il 97%. Considerevoli incrementi fino al 96% anche per morbillo, parotite, rosolia ed anche la varicella, la cui obbligatorietà parte dai nati 2017, è molto alta. Un risultato eccellente", Lo scrive la REgioneLAzio in una nota "Ogni polemica rischia ora di generare solo disorientamento. Tutte le strutture sanitarie assieme all'ufficio scolastico regionale stanno collaborando nel migliore dei modi affinché sia garantito il diritto alla salute e il diritto alla formazione educativa

RIETI: Velia Bruno è il nuovo Direttore Sanitario della ASL Rieti

velia brunoCon deliberazione del Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D'Innocenzo, deliberazione n 137 del 31/01/8 dal 01 febbraio 2018 la dottoressa Velia Bruno è stata designata quale nuovo Direttore Sanitario dell'Azienda Sanitaria Locale di Rieti. Succede al dottor Paolo Anibaldi
Veli Bruno Dal 1 gennaio del 2013 è Dirigente Medico presso la Direzione Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Salutee svolge attività di monitoraggio e verifica sulla programmazione ospedaliera delle Regioni; all'interno della struttura SIVEAS è impegnata nella verifica dell'erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA); tale attività di verifica e monitoraggio è stata svolta su tematiche correlate all'organizzazione dell'assistenza ospedaliera nelle diverse Regioni italiane. Dal 3 febbraio del 2009 è Direttore della Unità Operativa Complessa Controlli e Verifiche presso l'Azienda Unità Sanitaria Locale Roma C. Ha svolto numerosi incarichi, tra cui Direttore di UOSD per 7 anni, ed ha avuto ruoli preminenti nella Direzione Strategica Aziendale della Asl RmC
E' Componente per il Ministero della Salute, di numerosi gruppi di lavoro tecnici: 1) per la definizione dei criteri organizzativi e funzionali degli Ospedali di comunità, 2) per l'elaborazione del manuale operativo per la valutazione dei PDTA per BPCO, scompenso cardiaco, diabete, tumori della mammella, del colon e del retto, 3) per la definizione degli standard di personale ex L. 208/2015 – Legge di stabilità 2016, 4) del tavolo tecnico Agenas-Ministero della Salute per lo sviluppo delle reti assistenziali per patologia – rete ictus, 5) del Tavolo tecnico Agenas-Ministero della Salute per la revisione del sistema trasfusionale, 6) del Tavolo tecnico Agenas-Ministero della Salute per lo sviluppo della rete pediatrica, 7) del gruppo di monitoraggio nel programma per la costituzione del registro delle procedure di chirurgia robotica, 8) del gruppo di coordinamento istituito con D.M. 27 luglio 2015 per lo sviluppo delle reti ERN ex D. Lgs. 38/2014.

OSTIA : L'emodinamica operativa passa da h12 a h24

GRASSI-3L'operatività dell'emodinamica di Ostia passa da 12h a 24h: si tratta di un servizio importante, che potrà così garantire un'assistenza continua e tempestiva. Il servizio viene rafforzato anche grazie a 9 nuove assunzioni dedicate
01/02/2018 - All'Ospedale Grassi di Ostia l'emodinamica diventa operativa h24: si tratta di un servizio importante, che potrà così garantire un'assistenza continua e tempestiva. Il servizio viene rafforzato anche grazie a 9 nuove assunzioni dedicate: 6 infermieri, 1 tecnico perfusionista e 2 cardiologi. L'obiettivo è garantire un servizio ai massimi livelli ai residenti di un quadrante che comprende circa 300 mila persone. Numeri che aumentano significativamente nel periodo estivo.

Un servizio che salva vite umane sempre operativo: fino a ieri chi aveva un infarto dopo le 14 o era colto da qualche patologia tempo dipendente nel territorio di Ostia doveva essere trasportato per forza in altre strutture: ora i pazienti potranno essere curati direttamente all'ospedale di Ostia, 24 ore su 24.

Ripartono le assunzioni: dalle 12 del 2013 alle 82 del 2017.

La rinascita di questo presidio non si ferma qui. Per il Grassi di Ostia ci sono a disposizione circa 70 milioni di euro che saranno investiti in interventi di ammodernamento tecnologico, di potenziamento dei reparti già esistenti e per offrire nuovi servizi, rafforzare la rete perinatale e ampliare l'offerta di cure per Ostia.

Per il Grassi dal 2013 ad oggi 12,8 milioni già spesi:

già spesi 5,6 milioni per interventi di manutenzione straordinaria
2,1 milioni per l'ammodernamento del pronto soccorso
5,150 milioni per ammodernamento tecnologico

Lo ha annunciato in una nota la Regione Lazio