Mer23082017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg News Lazio

NEWS LAZIO

TRIENNIO DI FORMAZIONE: Riaperti i termini delle domande per il concorso

concorso thumb250 250Sul Bollettino Ufficiale n. 56 del 13.07. 2017 suppl. n 2 è stato pubblicato il bando per la riapertura dei termini del concorso per l'ammissione al corso triennale di formazione specifica in medicina generale per il - triennio 2017-2020 - ai sensi del decreto del Ministero della Salute del 7 giugno 2017. Il termine di presentazione della domanda è di trenta giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione.
Possono presentare la domanda anche coloro che laureati sono in attesa di abilitazione alla professione.

I medici ABILITATI che hanno gia' presentato domanda nel termini precedenti NON dovranno ri presentare la domanda

I medici NON ABILITATI che hanno presentato domanda nei termini precedenti DOVRANNO ripresentare la domanda di nuovo.

I medici NON ABILITATI che non hanno presentato domanda nei termini precedenti potranno presentare la domanda.

IL TESTO DEL BURL

COOPERAZIONE APPLICATIVA: nessuna scadenza per le domande di adeguamento

medfamigliaCome gia anticipato non c'è alcuna scadenza per le domande di adeguamento per la cooperazione applicativa, lo specifica una circolare della Regione Lazio del 17 Luglio.

IL TESTO DELLA CIRCOLARE

POSTI LETTO : Bartoletti (Fimmg), carenza al 30% nel Lazio

mediciospedale(Radio Colonna) di Alg Per il presidente dei medici di famiglia il nodo vero sono le patologia croniche legate alla terza età. Forte crescita della spesa farmaceutica.
Nel Lazio c'è una carenza di posti letto che oramai da circa un anno a questa parte viaggia attorno al 30%. E durante i mesi in cui l'influenza colpisce maggiormente o quando si fa fatica a trovare un medico, questa carenza si sente di più. Il piano di rientro nel Lazio ha avuto anche e soprattutto questo effetto.
Pierluigi Bartoletti è presidente dell'associazione dei medici di famiglia di Roma, la Fimmg, e guarda alla situazione da un osservatorio in qualche modo privilegiato. "Che il debito sia ridotto è positivo perché permette di programmare a lungo termine, ma con i servizi ai cittadini siamo ancora indietro – dice – Il problema sono le prestazioni".
E sì, perché tra ticket, cup, liste di attesa, alla fine il cittadino è sempre più costretto a ricorrere all'intramoenia se vuole avere un servizio in tempi decenti. "Ad oggi non è facile entrare nel sistema – dice Bartoletti – Il recup smista dove c'e posto, noi invece pensiamo che sia meglio mandare i pazienti dove c'è l'eccellenza. Insomma, dialogare e avere un contatto con l'ospedale che più si è specializzato in una determinata malattia. In parte abbiamo iniziato per le patologie oncologiche, vedi all'Ifo o al Fatebenefratelli, ma dobbiamo proseguire".
Nel Lazio, come in gran parte d'Italia, il vero nodo rimangono le patologie croniche, soprattutto se legate alla terza età. Il Lazio d'altronde non fa eccezione. Circa un terzo degli abitanti soffre di tali malattie e queste "succhiano" consistenti risorse al sistema. La spesa farmaceutica poi è tra le più alte di tutta la penisola, con un aumento tra il 2001 e il 2015 del 64%.
"Non basta solo aprire di più gli ambulatori, il medico di famiglia ha scarsa possibilità di interagire col sistema ospedaliero. Serve fare sistema e non far dipendere lo standard di un servizio da questa o quell'asl – dice Bartoletti – La risposta è più attenzione e potenziare la medicina generale. Comunque qualche passo in avanti lo stiamo facendo: da ottobre, ad esempio, ci sarà la possibilità di prenotare un'ecografia entro 3 giorni"

DCA U00245FARMACI :Fimmg Lazio,richiesta ufficiale di ripristino della situazione "status ante"

farmaciLa Fimmg Lazio in una lettera indirizzata alla direzione Generale della Sanita' della Regione Lazio e a tutti gli ordini dei medici del Lazio ha chiesto il ripristino della situazione "status ante" del DCA U00245 del 28 giugno 2017 dove si prevede che i Medici di medicina generale debbano compilare una scheda regionale, simile al Piano Terapeutico, per tre farmaci, associazione olmersartan-amlopidiina, rosuvastatina e colecalciferolo. E che il tale venga inviato in posta elettronica alla ASL denunciando che Tale scheda non è mai stata presentata né condivisa alla Fimmg stessa, e che il Garante per la Privacy vieta l'invio di messaggi contenenti dati sanitari di un paziente a terzi e che oltretutto la persona sia prima informata e che il Medico debba avere avuto il suo consenso, prima di poter usare almeno una posta sicurizzata. LA Fimmg Pertanto ha richiesto alla Direzione Regionale di voler ripristinare lo status ante e di ottemperare alle disposizioni di Legge per quanto attiene la formazione e l'aggiornamento del Medico, agli Ordini dei Medici del Lazio di voler valutare gli aspetti deontologici del Decreto, in particolare alla luce degli articoli 4, 11, 12, 13 del Codice Deontologico.

IL TESTO DELLA LETTERA

DCA FARMACI: Fimmg richiesto alla Regione di ripistinare lo "status" ante, illegale la posta elettronica per i piani regionali

farmaci-on-line(Lettera del Segretario Regionale Maria Corongiu)
Carissimi tutti:
Di recente la Regione ha emanato un decreto per il contenimento della spesa farmaceutica
(Leggi QUI)

Nè la FIMMG né altre sigle hanno condiviso il DCA U00245 del 28 giugno 2017 dove si prevede che i Medici di medicina generale debbano compilare una scheda regionale, simile al Piano Terapeutico, per tre farmaci, associazione olmersartan-amlopidiina, rosuvastatina e colecalciferolo.

Con grande sorpresa invece di momenti collaborativi e costruttivi, comuni a tutti i Medici della filiera diagnostica-prescrittiva per un uso corretto e appropriato del farmaco tenendo conto in primis della maggior tutela del paziente, perviene, un DCA che ci chiama in causa senza condivisione, dimenticando la nostra precipua figura di Medici convenzionati, liberi professionisti. In un momento in cui il nostro lavoro è particolarmente provato da sistemi organizzativi che meritavano di essere sperimentati prima della lor applicazione nei dettagli vedi ricetta specialistica dematerializzata,

Oltre la compilazione di tali schede, del tutto ridondante per il MMG, già strettamente limitato nella prescrizione da perimetri normativi e assolutamente tenuto all'osservanza delle note AIFA, si richiede anche un invio della scheda per e-mail al servizio farmaceutico aziendale, metodica vietata dal garante per la Privacy il quale norma nello specifico l'invio di messaggi contenenti dati sanitari di un paziente a terzi e che richiede vari passaggi ovvero che la persona sia prima informata e che il Medico debba avere avuto il suo consenso, prima di poter usare almeno una posta sicurizzata.

Ciò significa tenere impegnata l'attività' professionale con numerosi atti "burocratisaurici" che incrinano anche la relazione Medico-Paziente.

Pertanto la FIMMG ha chiesto alla Direzione Regionale di voler ripristinare lo status ante.

Inutile specificare che pur consigliando la lettura del Decreto per cultura generale,
(è interessante per esempio la lettura sulla vit D, per la quale effettivamente non ci sono molte prove scientifiche a favore e di cui si potrebbe raccogliere l'invito a prescrivere la formulazione in gocce piuttosto che le fiale)

invito a soprassedere sulle schede regionali in attesa delle modifiche richieste.

Consiglio invece sempre di attenerci alle note AIFA e di leggere questo documento sull'olmersartan. (LEGGI QUI)

Maria Corongiu
Segretario Regionale FIMMG Lazio

IL TESTO DELLA LETTERA INVIATA ALLA REGIONE DOVE SI CHIEDE IL RIPRISTINO DELLO "STATUS ANTE"


ZONE CARENTI : Continuta' assistenziale in pubblicazione sul BURL Lazio quelle rilevate al 1 Marzo 2017

medicina generaleSaranno pubblicate sul BURL della Regione Lazio n.57 del 18 Luglio 2017 le zone carenti della Continuta' assistenziale rilevate al 1 Marzo 2017 . Domande entro 15 gg dalla data della pubblicazione

IL TESTO DELLA COMUNICAZIONE

REGIONE LAZIO : Attivate le caselle di posta per i problemi inerenti il nuovo portale la dematerializzata specialsitica e il catalogo unico regionale

MAILSu richiesta della Fimmg la Regione Lazio ha attivato due caselle di posta elettronica per segnalare tutti i disservizi o rpblematiche inerenti il CUR ( nomenclatore dematerailizzata specialistica) e i problemi inerenti il nuovo portale salutelazio.it.

Pertanto :

1) La casella : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per segnalare: TUTTE le problematiche relative al nuovo sito salutelazio.it , con particolare riferimento ai problemi riscontrati in termini di scelte revoca del medico, esenzioni, ondate di calore, accesso riservato al sito per gli operatori.

Per segnalare difficoltà nell'utilizzo della ricetta di materializzata quanto per le tematiche relative alla erogazione della ricetta stessa e le difficoltà nell'utilizzo della dematerializzata rispetto ai medici specialisti ovvero anche problemi di non accettazione della stessa Cup o presidi che la rifiutano.

2) La casella: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per segnalare tutte le problematiche inerenti la le declinazioni del catalogo unico regionale ovvero alias voci mancanti conversioni vecchie dizioni in dizioni presenti nel catalogo

Ogni segnalazione verrà tracciata con un numero richiesta e con l'andamento della stessa sino alla sua chiusura.