Mar17102017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni BOLZANO: Malati reumatici, nuove esenzioni per quasi 4mila pazienti

BOLZANO: Malati reumatici, nuove esenzioni per quasi 4mila pazienti

 medicoscrive thumb medium250 250Nella sua ultima seduta la Giunta provinciale ha approvato l'inserimento di ulteriori esenzioni, che entreranno in vigore a partire dal 1° dicembre prossimo, a favore delle persone affette da malattie reumatiche. In Alto Adige i pazienti sono circa 19mila, ma secondo alcune stime il loro numero si aggira intorno alle 50mila unità. La maggior parte delle nuove esenzioni riguarda esami ematologici ma tra di esse vi sono anche esami come l'encefalogramma standard, l'elettromiografia semplice per il controllo della funzione muscolare, la risonanza magnetica nucleare del cervello e del tronco encefalico.
Rafforzamento dell'assistenza
Il piano sanitario provinciale 2016-2020 prevede di rafforzare l'assistenza ai malati reumatici attraverso la creazione di un apposito servizio, e la gamma delle esenzioni è stata ampliata anche alla luce dei progressi raggiunti nel campo delle terapie reumatologiche. Le nuove esenzioni riguardano complessivamente 3.907 pazienti (in base ai dati disponibili al 31 dicembre 2015) e le mancate entrate legate alle esenzioni sono stimate intorno ai 180mila euro l'anno.
Verifica dell'efficacia delle prestazioni
"Grazie a questo importante ampliamento delle esenzioni per i malati reumatici - sottolinea l'assessora Martha Stocker - vogliamo realizzare una migliore assistenza per questi malati affetti da una patologia cronica. Si tratta di uno dei punti qualificanti della riforma sanitaria provinciale. Va inoltre sottolineato che un trattamento in questo settore è sempre articolato in varie prestazioni: solo se queste vengono definite nell'ambito di un medesimo trattamento finanziario possono essere applicate per tutti i pazienti ed è quindi possibile verificare scientificamente la loro efficacia".