Mar23102018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni BARI : rimossi i manifesti dei NO -Vax probabile procedimento penale nei confronti dell'associazione Nati Liberi, Ordine dei Medici , l'influenza si che puo' uccidere il vaccino no

BARI : rimossi i manifesti dei NO -Vax probabile procedimento penale nei confronti dell'associazione Nati Liberi, Ordine dei Medici , l'influenza si che puo' uccidere il vaccino no

 novaxbari2BARI - Prima ancora che l'influenza raggiunga il picco in Puglia, in provincia di Bari si contano già quattro decessi e tredici persone ricoverate in gravi condizioni. Sono i dati forniti dall'Osservatorio epidemiologico regionale pugliese poco prima che, nella mattinata di oggi, la Clear channel jolly pubblicità spa rimuovesse i manifesti No Vax fatti affiggere nei giorni scorsi. Com'è noto, i cartelli erano stati commissionati da alcuni esponenti dell'associazione Nati Liberi, gruppo di genitori che richiede il diritto di non sottoporre i propri figli alla vaccinazione obbligatoria. Ma il caso non finisce qui. Dopo l'indagine avviata dal sindaco Antonio Decaro con una relazione alla ministra Beatrice Lorenzin, del caso si sta occupando la Procura di Bari inseguito a una relazione firmata dai carabinieri del Nas. Premessa di un probabile procedimento penale nei confronti degli autori dei manifesti in questione per procurato allarme . «L'influenza è una malattia seria che può uccidere - spiega Filippo Anelli, presidente dell'Ordine dei medici - purtroppo in Puglia abbiamo documentato la morte di centinaia di persone in questi ultimi dieci anni e il vaccino rappresenta la vera alternativa. La prevenzione è l'unico strumento per impedire o per ridurre la diffusione della malattia. L'invito è quello di vaccinarsi - spiega ancora Anelli- gli effetti collaterali dei farmaci cioè dei vaccini sono trascurabili in termini percentuali. In Puglia non abbiamo mai avuto nessuna morte conseguente alla somministrazione del vaccino. Diversamente con l'influenza abbiamo centinaia di morti. Siamo verso il picco dell'influenza che durerà ancora altre 3 o 4 settimane - conclude Anelli - e il vaccino potrebbe rappresentare ancora oggi uno strumento di prevenzione anche se funziona 15 giorni dopo la somministrazione». (Corriere del Mezzogiorno)