Sab22092018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni LECCE: visita a domicilio, tentata violenza su di una dottoressa, era in turno di notte guardia medica.

LECCE: visita a domicilio, tentata violenza su di una dottoressa, era in turno di notte guardia medica.

 guardiamedicaPaziente tenta di violentare una dottoressa in servizio alla guardia medica che si era recata a domicilio per una visita è accaduto a Lecce in un paesino del Salento solo la presenza di spirito del sanitario ha scongiurato il peggio. «L'episodio "si è verificato nello scorso fine settimana." ha riferito il presidente dell'Ordine dei medici di Lecce, Donato De Giorgi " La dottoressa è fortemente provata ma pare non abbia subito fortunatamente conseguenze fisiche". L'uomo di 43 anni, residente a Racale (Lecce), è stato poi denunciato dai carabinieri per tentata violenza sessuale, dalle indagini è emerso che , nel pomeriggio del 3 marzo scorso, intorno alle 17, dopo avere chiesto e ottenuto una visita domiciliare dalla dottoressa di turno al servizio di Guardia medica, avrebbe tentato di baciare la donna sulle labbra durante il controllo sanitario, denudandosi. A quel punto, la professionista aveva lasciato rapidamente l'abitazione dell'assalitore. Sulla vicenda si è espresso anche il il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin "Voglio esprimere il mio sdegno per l'ennesimo caso di violenza subita da una dottoressa, questo è solo la punta dell'iceberg, abbiamo istituito l'osservatorio contro la violenza sui medici con la Fnomceo per trovare assieme misure concrete contro la violenza dentro e fuori gli studi medici". Commissione che si insediera' proprio martedì prossimo come Osservatorio nazionale sulla violenza degli operatori sanitari, Un commento è arrivato anche da Ottavio Narracci il direttore generale della Asl di Lecce, "Di fronte a fatti così gravi le istituzioni non possono voltarsi dall'altra parte, ho ben presente la delicatezza del tema della sicurezza delle guardie mediche così come di tutte le strutture sanitarie, per cui sono pronto a sedermi ai tavoli istituzionali per affrontare e risolvere queste criticità».