Dom18112018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni BOLOGNA: Pronto soccorso, la AUSL usato come scorciatoia per esami e visite la gente va da sola bypassando il MMG

BOLOGNA: Pronto soccorso, la AUSL usato come scorciatoia per esami e visite la gente va da sola bypassando il MMG

 psoccLo ha affermato Francesca Novaco la direttrice della AUSL di Bologna in un intervista al Quotidiano Reppubblica sui tempi d'attesa lunghi in pronto soccorso «Il pronto soccorso è la prima porta d'accesso raggiungibile da tutti, 24 ore su 24. Per questo a volte i tempi sono più lunghi di quanto sia accettabile». Ha affermato aalla domanda delle motivazioni che inducono l'emergenza , «Abbiamo dieci azioni in cantiere peri pazienti cronici, fragili. A partire dall'infermiere di continuità, che è un'innovazione. Un professionista con una grande conoscenza del territorio che, assieme a un team multidisciplinare, valuta le sue condizioni e lo manda a casa o in una struttura protetta evitando il ricovero o attese lunghe. Sono percorsi veloci affinché il paziente rientri presto al suo domicilio. Se non è possibile il ritorno a casa, abbiamo letti speciali nelle strutture protette. Queste misure dureranno per tutto il periodo estivo e se funzioneranno le manterremo».
Tuttavia oggi molti pazienti aspettano per ore. «C'è una fascia di gente che va al pronto soccorso per patologie minori o per ottenere esami specialistici. Se stai li te li fanno, forse è questa una delle motivazioni». In una parola, lei parla di inappropriatezza. «Oggi c'è un carico di richieste che può essere gestito in modo più opportuno. Gran parte della gente va da sola al pronto soccorso, non è il medico di famiglia a mandarla. L'idea che si fanno prima tutta una serie di esami ti porta a stare N. Cosa pensa del personale aggredito dall'utenza? «E un tema attuale. Abbiamo fatto corsi di formazione per gestire un'utenza sempre più aggressiva. Le guardie giurate hanno un effetto deterrente importante».