Dom21102018

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni SANREMO: ucciso un medico da un paziente con tre coltellate, arrestato l'autore

SANREMO: ucciso un medico da un paziente con tre coltellate, arrestato l'autore

 omicidiosanremoUn medico legale di Sanremo è stato ucciso da un uomo di 54 anni con 3 coltellate. Giovanni Palumbo, 61enne medico chirurgo e legale, stava lavorando nel suo studio a detta degli altri medici presenti è entrato con la chiara intenzione di uccidere e lo ha fatto con 3 coltellate, di cui una alla gola che è risultata fatale. Sul posto oltre ai Carabinieri che hanno arrestato l'omicida che stava fuggendo dallo studio, con il coltello e con le mani insanguinate,anche il Presidente dell'Ordine dei medici della provincia, Francesco Alberti, molto amico del medico ucciso. Sconvolto anche il presidente della FNOMCeO Filippo anelli che dal proprio profilo face book ha commentato: "Un altro barbaro omicidio! Un altro medico ammazzato mentre svolgeva la sua professione! Basta con la violenza! Intervenga con urgenza il Governo! Pronti alla mobilitazione." Parole a corollario di una comunicazione ufficiale della stessa Federazione "La professione continua a pagare un prezzo altissimo in questo paese per assicurare a tutti il diritto alla salute, senza che le Istituzioni e il Governo adottino uno straccio di provvedimento per impedire queste tragedie!".
"Il barbaro omicidio di Giovanni Palumbo suscita tra tutti i medici sconcerto e rabbia, ma anche tanta tristezza! "continua Anelli" Un professionista serio è stimato è caduto ancora una volta mentre svolgeva la sua professione. 'Basta con la violenza' avevamo gridato quindi giorni fa a Bari, ricordando un'altra vittima, Paola Labriola". "Oggi piangiamo la perdita del collega Giovanni Palumbo – conclude Anelli – ma non ci rassegneremo all'indolenza e all'apatia di quanti avrebbero dovuto porre in essere ogni iniziativa per tutelare i professionisti della salute".