Sab28112020

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home NEWS News Fimmg Dalle Regioni LIGURIA: medici in formazione simulano interventi di emergenza, cure e atti medici

LIGURIA: medici in formazione simulano interventi di emergenza, cure e atti medici

 medicoscrive thumb other250 250Una la simulazione didattica avanzata per la preparazione dei nuovi medici di famiglia, parliamo di interventi di emergenze mediche di fronte alle quali potrebbero trovarsi a domicilio, insieme a una serie di tecniche (accessi venosi, medicazioni, suture) da effettuare senza necessariamente dover ricoverare il paziente, ma anche piccola chirurgia ( incisione ascessi) e infiltrazioni intrarticolari, l tutto in ambiente simulato potendo ripetere in caso di errore e afffinado le tecniche di intervento grazie alla multimedialita' e la realta' virtuale con manichini e computer che simulano la realta' . Questa metodica di simulazione didattica avanzata è stata realizzata grazie alla Regione Liguria attraverso il dipartimento misto Universita' –formazione del triennio in collaborazione con l'universita' che ah fornito la logistica che è possibile vedre nel video allegato del prof Gian Carlo Torre sche piega le metodiche di simulazione didattica avanzata e la filosofia ad essa sottesa. "Sono orgogliosa che i nostri giovani medici, considerati tra i migliori al mondo per preparazione teorica, possano formarsi e crescere anche nel campo pratico" ha commentato Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione LIGURIA"- per migliorare sempre di più la presa in carico del paziente, anche al domicilio. "La simulazione consente di imparare facendo e di farlo in sicurezza," ha commentato Stefano Alice responsabile del centro di formazione regionale " tali metodiche permettono la ripetizione di un attto medico finoa che non si è veramente bravi, riducendo in modo esponenziale i tempi di apprendistato, un tempo limitati all'attivita' sul malato e a pochi atti non ripetuti con tempi lunghissimi, con l'obiettivo etico che mai più si faccia qualcosa per la prima volta direttamente sul paziente "