Ven18082017

Ultime notizie:
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttive

    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

    Leggi la documentazione e direttive e-Privacy

Back Sei qui: Home ISCRIZIONI E SERVIZI PER LA PROFESSIONE Iniziative IRAP: nuove istanze di rimborso e ricorsi in Commissione Tributaria ala luce delle ultime sentenze dalla Corte di Cassazione

IRAP: nuove istanze di rimborso e ricorsi in Commissione Tributaria ala luce delle ultime sentenze dalla Corte di Cassazione

 

Commento alle sentenze 7291 del 13/04/16 e 9451 del 10/05/16 della Corte di Cassazione a Sezioni Unite

Le due recenti sentenze di Corte di Cassazione a Sezioni Unite insieme prese in considerazione, consentono di dire che, per qualunque fattispecie di Medico di Medicina Generale (in medicina di gruppo con o senza segretaria o in medicina in rete con o senza segretaria) si è aperta la possibilità di successo, sia delle istanze di rimborso dell’IRAP, sia dei ricorsi in Commissione Tributaria Provinciale e Regionale.

La  sentenza n. 7291 del 13 Aprile u.s., che esamina il ricorso relativo a un medico di Medicina Generale in medicina di gruppo con segretaria,  ha stabilito due grandi principi. Uno è l’ irrilevanza ai fini dell’ IRAP dello svolgimento dell’attività medica in regime di convenzionamento in medicina di gruppo e l’altro è che tale irrilevanza sussiste anche per la presenza di una spesa sostenuta per la collaborazione di personale di segreteria o infermieristico, il cui utilizzo è previsto per lo svolgimento dell’attività di Medicina di Gruppo dall’Accordo Collettivo Nazionale.

La sentenza n. 9451 del 10 Maggio u.s., che esamina il ricorso relativo ad un professionista con segretaria, afferma che “l’avvalersi in modo non occasionale di lavoro altrui quando questo si concreti nell’espletamento di mansioni di segreteria o generiche o meramente esecutive, che rechino all’attività svolta dal contribuente un apporto del tutto mediato o, appunto, generico” non incide sull’autonoma organizzazione e quindi sull’assoggettabilità all’IRAP.

La prima sentenza riguarda quindi i medici di medicina generale in gruppo con segretaria, la seconda, in maniera estensiva, riguarda il medico di medicina generale singolo in rete con segretaria.

Quindi essendo due sentenze di Corte di Cassazione a Sezioni Unite e conseguentemente con una notevole rilevanza giurisprudenziale,esse aprono la possibilità, di presentare,come sopra detto, ricorso in Commissione Tributaria Provinciale per tutti coloro che hanno presentato le istanze di rimborso IRAP, senza averlo ottenuto, con ottime probabilità di successo.

Lo stesso dicasi per la possibilità di presentare l’istanza di rimborso per chi avesse versato l’IRAP negli ultimi quattro anni e, anche in questo caso, con ottime probabilità di successo. 

Qui di seguito la procedura per presentare attraverso la Fimmg Roma tali istanze e tali ricorsi.

 ----------------------------------------------

Il servizio è riservato esclusivamente agli iscritti

• Tutti coloro che hanno presentato le istanze di rimborso IRAP senza averlo ottenuto potranno presentare il ricorso in Commissione Tributaria.

Chi fosse interessato può prendere contatto con la nostra segreteria per fissare un appuntamento (Tel. 06.90253000).

• Inoltre chi avesse versato l'IRAP negli ultimi quattro anni potrà presentare l'istanza di rimborso fissando un appuntamento e seguendo la procedura riportata sotto.

La procedura per le nuove istanze di rimborso